Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 gen 2022

"Sistemò il figlio in tutti i modi": ex primario di Magenta condannato a 2 anni e 10 mesi

Giuliano Sarro era accusato di aver favorito un'azienda per la fornitura di prodotti per l'ospedale in cambio dell'assunzione del figlio

27 gen 2022
Magenta - Giuliano Sarro
foto Roberto Garavaglia
Giuliano Sarro
Magenta - Giuliano Sarro
foto Roberto Garavaglia
Giuliano Sarro

Magenta (Milano) - È stato condannato a 2 anni e 10 mesi di carcere Giuliano Sarro, l'ex primario di chirurgia dell'ospedale Fornaroli di Magenta, nel Milanese, imputato per corruzione, turbativa d'asta e abuso d'ufficio. A deciderlo è stato oggi il gup di Milano Daniela Cardamone al termine del processo in abbreviato, rito che consente lo sconto di un terzo della pena. Il giudice, che ha accolto in pieno la richiesta del pm Giovanni Polizzi, ha inoltre disposto nei confronti del chirurgo l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e il versamento di una provvisionale di 30mila euro alla Asst in capo all'ospedale, parte civile nel procedimento. Le motivazioni saranno pronte in 30 giorni.

Sarro, che lo scorso marzo finì agli arresti domiciliari, si era dimesso per poi diventare il nuovo responsabile della chirurgia generale della Clinica San Gaudenzio di Novara. Secondo l'accusa, 5 anni fa, avrebbe usato "la cosa pubblica" e la sua "funzione" per "sistemare i propri figli in tutti i modi" e in particolare uno, Alessandro, di cui avrebbe promosso la carriera alla Applied Medical Distribution, assicurando alla multinazionale un trattamento di favore in una gara per la fornitura di ingenti quantitativi di prodotti per il presidio sanitario del Magentino. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?