CHRISTIAN SORMANI
Cronaca

Daniela Cassina morta in un incidente a Trecate, il marito: “Nessun perdono per chi l’ha uccisa”

Parla l'ex sindaco di Nerviano Massimo Cozzi dopo il rinvio a giudizio del pirata della strada. Con la 48enne aveva perso la vita anche l’amica Gabriella Andreasi

Massimo Cozzi e la moglie Daniela Cassina

Massimo Cozzi e la moglie Daniela Cassina

Nerviano (Milano), 22 luglio 2023 –  "Dopo nove mesi qualcosa si muove. Da parte mia non potrà mai esserci "perdono" per chi ha ucciso delle persone innocenti, scappando fra l'altro!". Così l'ex sindaco di Nerviano, Massimo Cozzi, commenta il rinvio a giudizio del 25enne nigeriano che lo scorso ottobre aveva ucciso la moglie Daniela Cassina a Trecate dopo un tamponamento costato la vita a due persone.

"Nessuno mi ridarà indietro una persona meravigliosa come la Dani, ma chiederò giustizia fino alla fine per Lei e la sua amica e soprattutto perchè certe situazioni non dovrebbero mai capitare a nessuno! Giustamente Dani dicevi..."la vita è così bella" e ci sei rimasta aggrappata sempre con il sorriso. Non potrò mai perdonare chi ha spento quella voglia immensa di vivere".

Oltre a Daniela Cassina, 48enne di Busto Garolfo, l'uomo aveva tamponato ed ucciso Gabriella Andreasi, 63enne di Cerro Maggiore. Le due donne quella notte stavano tornando da un festival gospel a bordo di una Fiat Panda, quando la loro vettura era stata tamponata dall’auto guidata dal 25enne. Subito dopo l'incidente il nigeriano era fuggito nei campi circostanti ma era stato inseguito e catturato dai Carabinieri.