Incendio a Busto Garolfo: mamma, papà e bimba di 17 mesi senza casa

Il sindaco ha firmato l’ordinanza alla luce dei rilievi. Il rogo dieci giorni fa in via Grossi

Il sindaco di Busto Garolfo Susanna Biondi ha firmato il provvedimento di inagibilità
Il sindaco di Busto Garolfo Susanna Biondi ha firmato il provvedimento di inagibilità

Busto Garolfo, 1 febbraio 2024 – Arriva un’ordinanza di inagibilità per l’appartamento di via Grossi devastato dalle fiamme. Dopo l’incendio scoppiato nella notte tra il 20 e il 21 gennaio, il sindaco Susanna Biondi ha emanato in questi giorni, il provvedimento di inagibilità per l’appartamento all’ultimo piano dello stabile, in seguito al rogo che, quella sera, costò una visita in ospedale per ustioni e inalazioni di fumo, alla famiglia che vi risiedeva, tra cui anche una bambina piccola di pochi mesi.

Il verbale dei Vigili del fuoco di Legnano parla di “un’evidente condizione di inagibilità dell’unità immobiliare. Il rogo ha interessato la quasi totalità dell’appartamento, distruggendo arredi e suppellettili e danneggiando il solaio tra l’appartamento e la parte mansardata, anch’essa interessata dall’incendio unitamente ad una porzione dell’intelaiatura del tetto. Adesso la famiglia che ci abitava non potrà tornare all’interno della propria casa che, per tornare ad essere abitabile, dovrà subire il necessario ripristino di tutte le condizioni di sicurezza e la messa in opera di tutti gli accorgimenti necessari ad impedire l’insorgere di inconvenienti igienico-sanitari. Proprietà e amministratore del condominio, quindi, entro 20 giorni dalla notifica dell’ordinanza dovranno provvedere alle operazioni necessarie alla messa in sicurezza dell’appartamento".

Durante il rogo la palazzina, dieci piani in tutto, era stata evacuata, per poi consentire ai residenti qualche ora dopo, una volte fatte le verifiche del caso, di rientrare in casa. Adesso, da Palazzo Molteni è arrivata l’ordinanza che mette nero su bianco l’inagibilità dell’ultimo piano, quello interessato dal mega incendio. Durante il rogo nella casa si trovavano mamma, papà e bimba di 17 mesi, tutti finiti al Pronto Soccorso dell’ospedale di Legnano in codice giallo, riportando ustioni e intossicazione da fumo. Oggi le loro condizioni non destano particolare preoccupazione e sono praticamente guariti.

Sul posto erano arrivati i pompieri da Legnano e Inveruno. L’incendio, stando ai primi sopralluoghi, sarebbe partito dalla cucina della casa della famiglia oggi evacuata. Sono però ancora in corso le indagini per stabilire le cause.