Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
4 mag 2022

Legnano, al Bernocchi studenti-mediatori per risolvere i conflitti

All'istituto superiore 29 ragazzi di terza hanno ottenuto l'attestazione dopo un corso: la cultura della mediazione aiuterà a risolvere pacificamente i contrasti 

4 mag 2022
paolo girotti
Cronaca
La consegna degli attestati agli studenti del "Bernocchi"
La consegna degli attestati agli studenti del "Bernocchi"
La consegna degli attestati agli studenti del "Bernocchi"
La consegna degli attestati agli studenti del "Bernocchi"

Legnano (Milano), 4 maggio 2022 - L’istituto Bernocchi si affida agli studenti-mediatori per attenuare il peso dei conflitti che si sviluppano all’interno della mura scolastiche e non solo: si chiama, infatti, "Invece di giudicare" il progetto nazionale che ha il patrocinio della Commissione Europea e che, promosso dalla coop sociale "Risorsa cittadino", ha trovato spazio nell’istituto superiore legnanese con lo scopo di contribuire a costruire una rete di persone, mezzi e strumenti per la diffusione su larga scala della cultura della mediazione finalizzata alla conciliazione e alla gestione pacifica dei conflitti. Con un corso da 20 ore, poi diventate 24 a causa di problemi organizzativi generati dal Covid, sono stati dunque formati 29 ragazzi delle classi terze dei diversi indirizzi dell’istituto legnanese, che questa mattina, nell’aula magna, hanno ricevuto l'attestato di fine corso. “II progetto si rivolge agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado per diffondere la cultura della mediazione e della gestione dei conflitti attraverso la sensibilizzazione e la formazione dei giovani unitamente al coinvolgimento delle varie componenti del contesto scolastico – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa -. La mediazione tra pari è un percorso attraverso il quale un gruppo di studenti formati accompagna, su richiesta, studenti coinvolti in un conflitto nella ricerca di una soluzione condivisa e soddisfacente per le parti coinvolte”. Il che non significa annullare il conflitto: vuol dire, nella migliore delle ipotesi, uscire dai contrasti in modo costruttivo, attraverso la mediazione e un percorso di crescita reciproco delle parti “in causa”. A sostenere l’utilità di questo corso, come ovvio, la dirigente scolastica dell'Isis "Bernocchi", Annalisa Wagner: “Stiamo vivendo un momento particolare e questo ci fa essere ancora più convinti dell’importanza di impostare le relazioni umane in maniera pacifica, collaborativa, in maniera empatica – ha detto la dirigente ringraziando i formatori che si sono occupati del ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?