Attività storiche. Prima volta a Varese. Il sindaco Galimberti: "Esempio per i giovani"

Consegnati 42 riconoscimenti a negozi e locali con almeno 30 anni alle spalle. L’assessore Perusin: premiato chi valorizza il tessuto economico locale.

Attività storiche. Prima volta a Varese. Il sindaco Galimberti: "Esempio per i giovani"
Attività storiche. Prima volta a Varese. Il sindaco Galimberti: "Esempio per i giovani"

Per la prima volta Varese ha assegnato il "Premio Attività storiche", riconoscimento dedicato a imprese, professionisti, artigiani e negozi che hanno alle spalle almeno trent’anni di attività in città. Al Salone Estense sono state premiate le prime 42 realtà. "Un progetto che mette in luce e valorizza la vivacità economica e professionale della nostra città", ha sottolineato il sindaco Davide Galimberti. "Siete un esempio per i giovani che vogliono intraprendere un’attività". Quindi il vicesindaco e assessore alle attività produttive Ivana Perusin. "Un riconoscimento che valorizza le imprese e i professionisti che hanno contribuito in modo rilevante alla storia e al progresso di Varese - ha spiegato - e sottolinea l’importanza di mantenere vive e sostenere le attività che hanno dato lustro alla nostra città per così tanto tempo".

Il percorso che ha portato al riconoscimento delle attività ha coinvolto tutte le forze politiche in consiglio comunale, con la Commissione attività produttive presieduta da Simone Longhini che ha lavorato per il regolamento e il bando dell’iniziativa. L’amministrazione ha portato avanti l’idea che era stata proposta dal consigliere Stefano Angei tramite una mozione approvata all’unanimità. E l’esponente leghista ha espresso soddisfazione per la giornata di ieri: "Un ottimo punto di partenza per affermare l’importanza della varesinità e del ‘marchio Varese’ quale sinonimo di garanzia, eccellenza e professionalità". Quindi ha annunciato che presenterà un ordine del giorno al prossimo bilancio per chiedere che vengano dati dei contributi o esenzioni alle attività storiche varesine. Tra i premiati anche Marco Parravicini, fiduciario Ascom Varese. "L’unicità dei nostri negozi storici fa la differenza di Varese rispetto a tante altre realtà", ha sottolineato.

Queste le 42 attività premiate: Trattoria Maran, Corvi Alfredo Fioraia, Molteni Strumenti Musicali, Bel.Go, Gastronomia del Corso, Pasticceria Maculan, Emily Di Tamborini Amelia, Concessionaria Caremme, Cellini, Eredi di Anganuzzi Ampellio, Olivares Assicurazioni, Pasticceria Alzati, Il Barba delle gomme, Gioielleria Parravicini, Merceria F.lli Brumana, Nuovo Bar, Profumeria Proserpio, La Convenienza, Siderurgica Varesina, Riboldi, Bar Pizzeria Zei, Gioielleria Ossola, Fantinato Linea Carni Italiane, Da Carmela di Aimar Luana, Personal Tour, Avv. Alberto Piatti, Studio Montalbetti, Geom. Caravati Claudia, Agenzia Crugnola, Nippo Motors, La Botteguccia di Simona, Musajo Somma, Sanitaria Varesina, Cantù Mario, Macchi Varese , Radicimoto, Caffè Biffi, Ghiggini 1822, Al Portone, Istituto di bellezza Jasmine di Cogliandro Franca, Molinari Calzature, Tornado Varese.