Abbadia, si rompe la gamba sul Sentiero del Viandante: 64enne soccorsa con l'eliambulanza

I vigili del fuoco della squadra Saf hanno aiutato i soccorritori di Areu e imbarellarla e verricellarla

Abbadia Lariana (Lecco), 20 febbraio 2024 – Un altro intervento dei soccorritori sui sentieri del Lecchese per soccorrere escursionisti in difficoltà. Quest'oggi i vigili del fuoco della squadra Saf specializzati negli interventi speleo alpino fluviali hanno soccorso una escursionista di 64 anni che si è infortunata mentre percorreva il Sentiero del Viandante nel tratto di Abbadia Lariana. La 64enne è inciampata e ha rimediato una frattura a una gamba, senza più riuscire a proseguire il percorso né a tornare indietro. I vigili del fuoco hanno aiutato i soccorritori di Areu arrivati con l'eliambulanza di Como: con loro l'hanno imbarellata e poi hanno hanno collaborato per verricellarla a bordo dell'eliambulanza, con cui è stata poi trasferita direttamente all'ospedale Alessandro Manzoni di Lecco. La 64enne è stata ricoverata, ma le sue condizioni non sono gravi.

I soccorritori sul Sentiero del Viandante
I soccorritori sul Sentiero del Viandante

I precedenti

Ieri, lunedì, i vigili del fuoco avevano recuperato, insieme ai colleghi Draghi lombardi decollati da Malpensa, una alpinista milanese di vent'anni rimasta bloccata in vetta sul monte Due Mani, a Ballabio, a 1.666 metri di quota. La giovane aveva trascorso la notte in cima per vedere l'alba, ma al momento di incamminarsi per ridiscendere a valle si è trovata in difficoltà. Il giorno prima, domenica, un ragazzo sul Due Mani invece è morto. Anche Leonardo Di Virgilio, 25enne di Arcisate, aveva trascorso la notte sulla cima della montagna; poco dopo essersi rimesso in marcia per incamminarsi alla volta di casa, è  inciampato mentre era ancora in cresta ed è scivolato per 150 metri, sotto gli occhi di un amico di 27 anni di Peschiera Borromeo che era con lui.