Raid continui al Villaggio degli Sposi. I residenti ora organizzano le ronde

Bergamo, nel mirino dei ladri le auto parcheggiate. "Siamo esasperati"

Raid continui al Villaggio degli Sposi. I residenti ora organizzano le ronde

Gli abitanti del quartiere Villaggio degli Sposi non ne possono più dei continui furti e danneggiamenti alle auto

Esasperazione e rabbia. Sono i sentimenti che da mesi provano i residenti del quartiere cittadino del Villaggio degli Sposi, in balìa di ladri e balordi che da diverse settimane compiono furti e atti vandalici sulle auto posteggiate.

C’è stato chi, più di una persona, ha subìto anche quattro volte un furto sulla propria vettura, parcheggiata di notte nel quartiere. La pazienza dei cittadini è finita, la situazione è diventata insostenibile. Per questo i residenti hanno costituito un gruppo di controllo del territorio: una quindicina di persone che, di notte, pattuglia le strade del Villaggio degli Sposi.

"Chiediamo più controlli da parte delle forze dell’ordine perchè siamo davvero esasperati - raccontano -. L’escalation di questi episodi si è registrata a partire dalla fine del mese di dicembre e ci sono stati anche quindici furti su altrettante auto nella stessa notte. Il nostro obiettivo è quello di pattugliare le vie del nostro quartiere e di avvisare polizia o carabinieri nel caso ci imbattessimo in persone dal fare sospetto o in furti in flagranza. Siamo a una media di otto, nove auto prese di mira alla settimana. E una decina di giorni fa sono stati aperti e saccheggiati quindici box del complesso residenziale in via Promessi Sposi". I ladri (o il ladro) utilizzano probabilmente un sasso o un martelletto per infrangere i finestrini delle auto, prediligendo i mezzi privi di sistema di allarme, per poi poter frugare indisturbati nell’abitacolo e arraffare tutto quello che trovano. "Niente di valore, questo è chiaro - precisano i residenti che fanno parte del gruppo di controllo - ma i continui colpi ci stanno davvero creando problemi. Anche perchè i danneggiamenti alle nostre vetture hanno un costo abbastanza salato. E ci sono persone che hanno dovuto pagare più di una volta il vetro infranto della propria macchina". Nonostante l’istituzione del gruppo di controllo, però, i furti continuano. Anche nella notte tra martedì e mercoledì è stata presa di mira un’auto, peraltro proprio nel posto dove i residenti impegnati nei controlli avevano notato, poco prima, una persona sospetta che si era allontanata velocemente, facendo perdere le proprie tracce.

Michele Andreucci