Nubifragio a Como, allagata Uggiate Trevano: “Mezzo metro d’acqua e fango per strada in pochi minuti”

Danni ed esondazioni a causa dei violenti temporali che hanno colpito il Nord-Ovest della Lombardia. Le voci dei residenti: “È un macello. L’acqua ha invaso cantine e parcheggi sotterranei”

“È stata una bomba d’acqua, si è allagato tutto. Le strade si sono riempite in un attimo, saranno stati 40-50 centimetri”. Descrive così un residente il nubifragio che domenica mattina ha colpito Uggiate Trevano, in provincia di Como. Buona parte del territorio è stato danneggiate dalle piogge improvvise, benché attese: era stata diramata un’allerta arancione per temporali. Si segnalano danni ad attività e locali al piano strada, esondazioni e sotterranei invasi da acqua e fango.

Allagamenti a Uggiate Trevano, nel comasco, dove i residenti parlano di "un macello" dopo il nubifragio che si è abbattuto sulla zona
Allagamenti a Uggiate Trevano, nel comasco, dove i residenti parlano di "un macello" dopo il nubifragio che si è abbattuto sulla zona

“Tutte le cantine sono allagate e le macchine da buttare”, racconta una donna che abita a Uggiate Trevano. “Io abito qua ma non abbiamo fatto in tempo a portarle fuori: l’acqua è arrivata tutta in una volta”. Un altro racconta: “Qui l’acqua ha rotto il muro. Qui è tutto marcito. Il numero della Protezione civile non ha risposto nessuno fino a tarda mattinata. Questo è il secondo allagamento in pochi mesi, l’anno scorso è successo a settembre”.

Approfondisci:

Maltempo nel Varesotto: a Tradate automobilisti soccorsi dai vigili. All’ospedale di Circolo infiltrazioni d’acqua

Maltempo nel Varesotto: a Tradate automobilisti soccorsi dai vigili. All’ospedale di Circolo infiltrazioni d’acqua

Il maltempo, che ha colpito anche il Varesotto, ha devastato nel Comasco soprattutto la zona a ridosso del confine con la Svizzera: decine gli interventi dei vigili del fuoco e dei volontari della Protezione civile. “È stato un macello”, esordisce la dipendente di un bar. “È dalle 8 di mattina che spingiamo acqua fuori: ha allagato tutto il magazzino e devastato i frigoriferi. Tutta la roba è da buttare. E ora continua a uscire acqua da sotto i terreni”.