A Fermi il titolo di mister preferenze. Ma il leader leghista a Como è escluso

Resterà al Pirellone come assessore: " Quasi 20mila voti, grazie a tutti" .

A Fermi il titolo di mister preferenze. Ma il leader leghista a Como è escluso

A Fermi il titolo di mister preferenze. Ma il leader leghista a Como è escluso

Anche se rimarrà a fare l’assessore in Regione, con la delega all’Università, e dovrà rimettere nel cassetto il sogno di un seggio all’Europarlamento può comunque consolarsi con un risultato più che lusinghiero Alessandro Fermi che si è confermato, almeno in provincia di Como, il "mister preferenze" della Lega. Un anno e mezzo fa, nel febbraio del 2023 quando in lizza c’era un posto al Pirellone, ne collezionò 13.883, domenica ha chiuso a quota 13.498 nella sola provincia di Como e un totale di 19.828 in tutta la Lombardia. Il sesto più votato della Lega in tutta la regione. "È stato un viaggio entusiasmante, faticoso ma ricco di nuove amicizie. E alla fine abbiamo raggiunto quasi 20mila preferenze, un risultato che, all’inizio di questa esperienza, mai avrei immaginato – sorride l’assessore della Lega –. Voglio quindi ringraziare uno ad uno tutti gli amici che hanno deciso di sostenermi con la loro fiducia". Fermi è stato anche il più votato tra i comaschi in lizza al di fuori della Lega a queste elezioni Europee. In lizza con Azione c’era Antonella Girardi, già assessore a Casnate con Bernate, che ha ottenuto 755 preferenze di cui 240 in provincia di Como, Fabio Aleotti già consigliere comunale e candidato sindaco a Como ha ottenuto 889 voti di cui 338 in provincia di Como, infine Gianfranco Librandi con Stati Uniti d’Europa ha ottenuto 4.497 preferenze di cui 331 sul Lario.

Roberto Canali