LORENZO CRESPI
Cronaca

Mondiali di canottaggio 2027, sogno in grande per la Schiranna: "Varese ha le carte in regola"

Presentata ufficialmente a World Rowing la candidatura per la rassegna iridata che manca in Italia dal 2003. Il Governo mette sul tavolo 3 dei 4 milioni necessari per la kermesse. Abbagnale: "Pronti alla vetrina internazionale"

Obiettivo Coppa del Mondo di Canottaggio

Obiettivo Coppa del Mondo di Canottaggio

Varese – Varese ha ufficialmente inoltrato la sua candidatura a World Rowing per organizzare i Mondiali assoluti di canottaggio del 2027. Dopo la visita a Roma a maggio dal ministro dello sport Andrea Abodi l’iter burocratico si è velocizzato fino ad arrivare alla formalizzazione della proposta. "Stavamo lavorando a questo passo da parecchio tempo e grazie al lavoro corale, addetti ai lavori, istituzioni e attività locali, siamo ora pronti per avanzare con credibilità la nostra candidatura", ha detto il sindaco di Varese Davide Galimberti.

Nel corso dell’estate si conosceranno i nomi dei competitor della città giardino: le avversarie più accreditate sono Basilea in Svizzera e Bled in Slovenia. La decisione definitiva verrà presa a novembre dalla federazione mondiale. Dal punto di vista tecnico il costo stimato della manifestazione è di 4 milioni e mezzo di euro (di cui tre garantiti dal Ministero dello sport e un milione e mezzo da Varese e da sponsorizzazioni).

Fiducioso il presidente della Federazione italiana di canottaggio Giuseppe Abbagnale: "Dall’ultimo Mondiale in Italia del 2003 all’Idroscalo di Milano il movimento azzurro è cresciuto tanto e, in particolar modo, Varese ha rivestito un ruolo di primaria importanza sia per la serietà del comitato sia per le caratteristiche geografiche e tecniche del suo lago. Avevamo ipotizzato una candidatura anche nel quadriennio precedente, ma i tempi non erano maturi e, dopo aver percorso tutti i giusti e naturali step di crescita, siamo pronti per portare gli Assoluti qui a Varese in un anno come il 2027 che garantirebbe anche le qualifiche per le Olimpiadi di Los Angeles 2028".

Il direttore generale del comitato organizzatore Pierpaolo Frattini è entrato nel merito delle specifiche tecniche. «Oltre agli Assoluti del 2027 ci siamo mossi per portare a Varese anche i Mondiali Master del 2026. Il Parco Zanzi è la location perfetta per ospitare atleti e addetti ai lavori: al suo interno allestiremo una Rowers Arena, area dedicata a vogatori e allenatori in cui potranno guardare le gare da un maxischermo. I trasporti con la città e le strutture alberghiere saranno intensificati". Ai Giardini Estensi sarà allestito un Rowing Village che ospiterà spazi espositivi per gli sponsor, zone hospitality e un palco in cui tutte le sere avverrà una seconda premiazione dei medagliati in stile olimpionico. Nell’area gare la tribuna sarà ampliata fino ai 4mila posti previsti.