Busto Arsizio, in libertà vigilata per maltrattamenti viene sorpreso ad aggredire moglie e figli: arrestato

L’uomo era tornato a vivere nello stesso palazzo della famiglia ed erano ricominciate le vessazioni

La polizia (Foto d'archivio)

La polizia (Foto d'archivio)

Busto Arsizio, 15 febbraio 2024 – Un uomo di 34 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso a maltrattare la moglie e i figli, due bambini di circa 10 anni. Ma non era la prima volta: l’uomo infatti era già noto alle forze dell’ordine perché arrestato per lo stesso reato, condannato e scarcerato lo scorso ottobre.

Da allora era in libertà vigilata perché socialmente pericoloso quindi era tornato ad abitare nello stesso palazzo dei familiari anche se in un altro appartamento.

La ripresa delle violenze e l’intervento della polizia

Eppure una volta tornato in libertà non ha cambiato la sua condotta violenta e ha ricominciato a vessare i familiari con continue molestie, gravi minacce, quotidiane richieste di denaro e intemperanze di ogni genere.

Ieri, mercoledì 14 febbraio, giorno di San Valentino, quando la moglie è tornata a casa con i due bambini dopo essere stata negli uffici della polizia di stato, ha trovato la porta sbarrata e, subito dopo, è stata raggiunta per strada dal marito che l’ha minacciata, evidentemente alterato.

L’uomo ha afferrato uno dei due figli facendo il gesto di scaraventarlo a terra e ha spintonato la moglie che tentava di difendere il figlio. Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia e i carabinieri e l’uomo, arrestato, è stato portato di nuovo in carcere.