Ragazzo di 17 anni inghiottito dal torrente Masino: sono riprese le ricerche, anche con i sub

L'amico di 22 anni che aveva provato a salvarlo resta ricoverato al Morelli di Sondalo

Le ricerche nel corrente Masino

Le ricerche nel corrente Masino

Val Masino (Sondrio) – Sono ancora ore d’angoscia in Val Masino e a Rho. Sono riprese all'alba, infatti, le ricerche del 17enne rhodense disperso da ieri nelle acque del torrente Masino, in località Cornolo. In campo ci sono i vigili del fuoco e i militari del Soccorso Alpino della Guardia di finanza.

È successo tutto nel primo pomeriggio di ieri, verso le 14. Il ragazzo, insieme a tre amici, ha deciso di fare il bagno nel torrente, ingrossato dalle forti precipitazioni dei giorni scorsi. All’improvviso, però, si è accorto di non riuscire più a nuotare per raggiungere la riva, perché la corrente era troppo forte. Un amico 22enne si è tuffato, ma non è riuscito ad afferrarlo, ed è stato a sua volta soccorso dagli altri due ragazzi: ha riportato traumi al bacino, alla schiena e a una gamba ed è stato ricoverato all'ospedale Morelli di Sondalo. 

I sub dei vigili del fuoco di Torino continuano nelle immersioni anche nelle zone a valle rispetto al punto dove il ragazzo è stato inghiottito. L'amico di 22 anni che ha cercato di salvarlo prima che le correnti lo trascinassero via, e rimasto a sua volta ferito, è ancora ricoverato in condizioni non gravi all'ospedale Morelli di Sondalo. Gli altri due amici sono rimasti illesi.