MANUELA MARZIANI
Cronaca

Assi staccate sul ponte di Bereguardo, le auto sono a rischio. Ma i lavori si fanno attendere

Finché non calerà la piena del Ticino non potrà partire l'iter per l'assegnazione del cantiere di rifacimento del collegamento

ponte barche bereguardo maiocchi carlo presidente comitato

ponte barche bereguardo maiocchi carlo presidente comitato

Bereguardo, 18 giugno 2024 – Assi staccate o sollevate e parti metalliche che possono risultare taglienti per le gomme dei mezzi che vi transitano. L’impalcato del ponte di Bereguardo è di nuovo rovinato.

“Possibile che nessuno si accorga di come è conciato?” si domandano gli automobilisti di passaggio. In realtà il collegamento tra Lomellina e Pavese che in passato è stato il set naturale di moltissimi film, deve essere risistemato. Alla fine di aprile si era diffusa la notizia che sarebbe stato chiuso dal mese di maggio per effettuare i lavori, e gli operatori economici della zona erano preoccupati per le ripercussioni negative che lo stop avrebbe potuto provocare. Invece i lavori sono stati spostati in autunno.

Appena la piena del fiume calerà, saranno effettuati gli ultimi test richiesti dalle autorità, poi si procederà con la stesura del progetto definitivo per la ristrutturazione del ponte e poi si potranno avviare le procedure che porteranno ad assegnare all’impresa vincente la riqualificazione della storica struttura.