STEFANIA TOTARO
Cronaca

Monza, il nubifragio scoperchia i tetti di amianto: interdetta al traffico una zona della città

La prescrizione è prevista fino a fine luglio per permettere i lavori di bonifica. Riaprono il parco, poi i giardini pubblici e i cimiteri e per ultimi mercoledì i giardini della Villa Reale

Le operazioni di messa in sicurezza dureranno diversi giorni (foto di repertorio)
Le operazioni di messa in sicurezza dureranno diversi giorni (foto di repertorio)

Monza, 23 Luglio 2023 - Proseguirà fino alla fine del mese l'interdizione al traffico dell'area compresa tra via Goldoni, Calatafimi e Marsala. A darne notizia una nota del Comune di Monza. Grazie alle ricognizioni effettuate con l'ausilio di droni è emerso, infatti, che permangono tuttora nelle aree private e sui balconi degli edifici alcuni residui del tetto che si è scoperchiato per il forte nubifragio di venerdì sera e che conteneva fibre di eternit.

Le operazioni di pulizia e rimozione, sotto la supervisione di Ats Brianza, saranno eseguite da un'azienda specializzata che – adottando i dispositivi necessari – provvederà alla piena bonifica della zona. Istruzioni precise saranno fornite nelle prossime ore per adottare i comportamenti più idonei durante l'operazione ai residenti, a cui è stato già consigliato di indossare mascherine Ffp2 e di tenere chiuse le finestre.

A seguito delle verifiche svolte dagli agronomi si sta lavorando per riuscire a riaprire il Parco a partire da domani lunedì 24 luglio alle ore 12. Resteranno chiusi, invece, i Giardini Reali dove gli interventi di rimozione di rami e piante proseguiranno presumibilmente fino a mercoledì 26 luglio. Per quanto riguarda infine i giardini pubblici e i cimiteri l'Ufficio Giardini ha già commissionato i lavori urgenti per la rimozione degli alberi abbattuti e a partire dalla giornata di domani - appena le condizioni di sicurezza lo consentiranno - le aree verdi saranno progressivamente riaperte così come i due cimiteri.