Spazio alla creatività Parte il mega cantiere dell’ex scuola Borsa

Spazio alla creatività  Parte il mega cantiere  dell’ex scuola Borsa
Spazio alla creatività Parte il mega cantiere dell’ex scuola Borsa

Da inizio giugno verrà allestito il cantiere per la ristrutturazione della ex scuola Borsa, all’interno del liceo artistico Nanni Valentini. E a luglio cominceranno i lavori che dureranno dai 24 ai 30 mesi. "A novembre – ricorda il sindaco Paolo Pilotto – la Giunta regionale ha rifatto la delibera di stanziamento di 4 milioni di euro, riconfermando l’assegnazione e impegnando il Comune a concretizzare l’opera in due anni. Pochi giorni dopo in Giunta abbiamo riconfermato la delibera di stanziamento di 4,8 milioni di euro, approvando la convenzione con il Pirellone per la realizzazione dell’intervento. Quindi gli uffici del Comune e gli Uffici di progettazione hanno messo a punto il progetto esecutivo per gennaio. A marzo l‘assegnazione dei lavori. Ora l’impresa è in contatto con gli uffici per la preparazione del cantiere".

Si rischiava di non arrivare in tempo per salvare l’ala più meridionale del complesso della Villa Reale, dopo decenni di degrado, la chiusura per inagibilità decisa nel 2011 e le impalcature anticrollo arrugginite e ammalorate che hanno sorretto lo storico edificio, risalente al 1802. Soddisfatta anche la dirigente Elisasbetta Biraghi: "La scuola a luglio è finita e per settembre valuteremo con il Comune il programma del cantiere, per capire tempi e modalità di ingresso e uscita degli studenti da via Boccaccio, piuttosto che dal cortile della Villa". È un luogo simbolo della cultura di Monzam l’ex Borsa: sede fin dal 1869 di una scuola comunale di arte e disegno, dove insegnò anche lo storico professore Paolo Borsa, a cui poi fu intitolata. Nel ‘900 è diventata un distaccamento del celebre Istituto d’arte, oggi liceo artistico intitolato a Nanni Valentini.

Il recupero dell’edificio, oltre a salvaguardare le caratteristiche storiche ed architettoniche, permetterà di riprendere l’attività didattica e formativa del liceo artistico, ora in parte dislocate agli Artigianelli, realizzando aule e laboratori, ma anche come spazio a disposizione della città per corsi, attività culturali e iniziative con la rete delle biblioteche. L’ex Borsa è l’unica parte del complesso della Villa Reale rimasta al Comune, come diretto proprietario. "Questo edificio che appartiene al corpo monumentale della Villa Reale merita un intervento di qualità e di grande respiro – ha sottolineato il sindaco Pilotto, in qualità di presidente del Consorzio Villa Reale e Parco –. I muri stessi di questo luogo raccontano di un passato ricco di storia e di umanità, a partire dalla prestigiosa civica scuola Paolo Borsa, che ha saputo formare veri e propri talenti: professionisti che hanno lasciato il segno nel tessuto produttivo di Monza e della Brianza".

C.B.