Seregno, identificato il giovane carbonizzato: è un 19enne. Aveva con sé combustibile e cartoni

Resta aperta la doppia ipotesi del gesto volontario e dell'incidente

L'intervento dei Vigili del Fuoco (Archivio)

MELZO - 13-04-2023 - VIA AGNESE PASTA - INCENDIO APPARTAMENTO - VIGILI DEL FUOCO E SOCCORSI SUL POSTO - FOTO CANALI/ANSA - PER REDAZIONE MARTESANA/METROPOLI - PINCIONI/CANGEMI

Seregno (Monza), 24 aprile 2023 – A distanza di quattro giorni dalla tragedia, i carabinieri della Compagnia di Seregno sono riusciti a identificare il cadavere della persona trovata carbonizzata – priva di documenti – giovedì mattina all’interno del parcheggio pubblico interrato di via Odescalchi, in pieno centro città: si tratta di un 19enne rumeno ma da tempo in Italia insieme alla madre. La donna, che sabato mattina aveva denunciato la scomparsa del figlio, dopo aver visionato alcuni frame estratti dalle registrazioni dell’impianto di video-sorveglianza, ha riconosciuto le fattezze del ragazzo. L’analisi delle telecamere presenti nell’area ha permesso di ricostruire che il 19enne che aveva portato con sé delle bottiglie di combustibile e dei cartoni – verosimilmente da utilizzare come giaciglio. E ancora: in quel momento, è stato verificato, si trovava solo e il tragico evento, quindi, si sarebbe verificato per cause accidentali o autolesionistiche. Mercoledì verrà eseguita l'autopsia disposto dalla Procura della Repubblica di Monza che ha coordinato le indagini.