Occhio al Lambro. Paratie ad Agliate. Valassina in tilt

Alberi caduti a Carate, un muro crollato a Verano. Un’ora e mezza in coda per raggiungere Monza.

Occhio al Lambro. Paratie ad Agliate. Valassina in tilt

Occhio al Lambro. Paratie ad Agliate. Valassina in tilt

Nel Comune di Carate a causa delle forti e straordinarie precipitazioni piovose, durante la notte e nella mattinata di ieri si sono registrati molti allagamenti in abitazioni e varie cadute di alberi. Sono subito iniziate le operazioni da parte della protezione civile Carate, con la collaborazione della polizia locale e dei carabinieri per il montaggio delle paratie. Il livello del fiume Lambro ieri infatti è arrivato sopra la soglia di attenzione.

Il sindaco Luca Veggian con un comunicato ha fatto sapere che nella frazione di Agliate sono tempestivamente iniziate le operazioni per il montaggio delle paratie, ma i residenti erano già stati in piedi sino dalle 3 di notte imbracciando pale e secchi nel tentativo di arginare le conseguenze del maltempo sulla strada, nei pressi del ponte sul Lambro. Alcuini degli abitanti della zona, dopo una brutta nottata, hanno pubblicato sui social network immagini che attestano lo stato delle vie e delle abitazioni, chiedendo maggiore manutenzione per evitare il rischio che ad allargarsi siano case e cantine. Ormai non basta la pulizia ordinaria. La storia, purtroppo, si ripete ad ogni acquazzone abbondante. E i cittadini privato, ogni volta, si trovano nella medesima situazione, con acqua e fango in casa e nelle cantine. Come emerge proprio dalle testimonianze dei diretti interessati. Una situazione, per loro, divenuta insostenibile.

A ripulire sono stati i cittadini con il supporto dei carabinieri per diverse ore, ora chiedono il supporto dell’amministrazione.

Nel Comune di Verano Brianza la via dei Mulini nella mattinata di ieri è stata bloccata per un muro crollato. Nel pomeriggio alle 14 la viabilità della strada è stata ripristinata. I detriti del muro sono stati rimossi e nel pomeriggio è stato tolto anche il fango rimanente.

Sono in corso ulteriori operazioni per alleggerire l’invaso di Inverigo. Ci sarà la possibilità di vedere aumentare in maniera controllata il livello del Lambro. Sul posto è accorsa la Protezione civile.

La Valassina ieri mattina era un incubo. Un caos mai visto. Per percorrere il tratto da Verano, Carate, Seregno, le auto sono rimaste incolonnate per ben 50 minuti a passo d’uomo. Nessuna strada alternativa. Chi ha dovuto raggiungere Monza ci ha messo un’ora e mezza, il tragitto sino a Milano è stato un girone per l’inferno: due ore a passo di lumaca.

Son.Ron.