Musica ed eventi per curare le ferite E alla stazione un arrivederci speciale

Dal Carrobiolo ai Boschetti dj set per ballare, ma anche spazi per i bambini, giocoleria e spettacoli di strada

Musica ed eventi per curare le ferite  E alla stazione un arrivederci speciale

Musica ed eventi per curare le ferite E alla stazione un arrivederci speciale

Pubblico delle grandi occasioni per gli eventi del FuoriGP. Piazza gremita e tutti a cantare a squarciagola con Giusy Ferreri sabato sera. Il giorno prima il concerto di Andy dei Bluevertigo e dei Live Queen tribute band, con cover di David Bowie e Freddie Mercury. La piazza si è fatta a misura di tutte le età. Mentre gli adulti seguivano talk show, Gran premio o concerti, i bambini si sono cimentati in piccole sfide di corsa con Atletica Monza, a provare la pista delle auto elettriche o i pattini in linea con Astro Skating. Sotto l’Arengario gli intramontabili mattoncini Lego si sono contesi il pubblico con i videgame Nintendo.

Tanta musica anche in piazza Carrobiolo e piazza Cambiaghi con Bar legend Jazz&Spritz, Sugarino Quintet, Italian swing band, The next, Woody Band e Seuinstreet band, la più grande street band sarda, con 30 strumentisti dai 9 ai 70 anni. Dopo il Gran Premio, per consolare la delusione di una vittoria sfumata, musica anche ai Boschetti Reali con l’AutPop Festival, il primo Festival della musica Dj set con 12 Dj di M2O e Radio Dj che si sono divisi il palco con colleghi d’eccezione: i ragazzi delle associazioni Faccia Vista e Il Veliero (associazioni artistiche per ragazzi autistici) che hanno studiato da professionisti. Un ultimo saluto alla stazione di Monza: prima di prendere il treno gli ospiti hanno potuto provare laboratori di giocoleria di Big top Monza e gli spettacoli della Bungee fly dance company.

C.B.