BARBARA CALDEROLA
Cronaca

La scuola del futuro. Moderna e sostenibile. Ecco come sarà la nuova elementare

Investimento da 17 milioni, i lavori alla Don Gnocchi partiranno entro gennaio

La scuola del futuro. Moderna e sostenibile. Ecco come sarà la nuova elementare

La scuola del futuro. Moderna e sostenibile. Ecco come sarà la nuova elementare

Aule, palestra, verde, parcheggi, efficienza energetica: 1.500 metri quadrati, 17 milioni di investimento.

È questa la carta di identità della la nuova scuola elementare di Concorezzo, che sarà realizzata in via Ozanam, nel giardino sul retro del plesso attuale.

Il Comune di Concorezzo ha lanciato la gara per costruire la Don Gnocchi, l’avvio dei lavori è previsto entro gennaio e dureranno 26 mesi, termine tassativo perché ci sono di mezzo anche 5 milioni in arrivo dal Pnrr.

Soldi che si sommano ad altri 5,6 milioni dell’avanzo di amministrazione e all’1,7 richiesto come contributo tecnico al Gse, l’ente che eroga incentivi per le rinnovabili.

Il Comune di Concorezzo sta valutando a questo punto di accendere un mutuo con Cassa depositi e Prestiti e una vendita. Non solo. Gli uffici stanno completando le procedure per la partecipazione ad altri bandi come quello ministeriale “Sport e Periferie 2023”. Infine, Concorezzo, è il primo dei Comuni ammessi ma, al momento, non finanziati da altre linee del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

"È il progetto più ambizioso e impegnativo su cui abbiamo lavorato in questi anni - dice il sindaco Mauro Capitanio -. Un obiettivo che, una volta raggiunto, consegnerà ai nostri bambini un istituto moderno, sostenibile e di respiro europeo.

Con la pubblicazione della gara entriamo nel vivo della procedura che potrà dare il via al cantiere.

Stiamo lavorando, davvero a pancia bassa, sui fondi che mancano".

"Le famiglie aspettano la scuola da più di 30 anni - aggiunge il vice Micaela Zaninelli con delega ai Lavori pubblici -.

Le difficoltà da superare per arrivare sin qui sono state tantissime e quelle che ci aspettano saranno ancora più dure, ma siamo determinati ad andare fino in fondo e continueremo a garantire il massimo impegno alla riqualificazione della scuola e di tutta l’area".