La lavanderia? Il bancomat dei ladri: "Sei furti in sette mesi, ora basta"

La denuncia di Giuseppe Novella, già finito in televisione per aver pubblicato sui social i filmati dei furti

La lavanderia? Il bancomat dei ladri: "Sei furti in sette mesi, ora basta"

L’ultimo colpo alla Solaro Wash ripreso dal sistema di videosorveglianza I due ladri sono fuggiti a mani vuote ma hanno provocato 500 euro di danni

È un record poco invidiabile quello raggiunto da Giuseppe Novella, titolare della lavanderia automatica Solaro Wash, in via per Limbiate, che l’altra notte ha subito il sesto furto con scasso nel giro di 7 mesi. "Ormai non ho più nemmeno la forza di reagire, mi sento totalmente abbandonato dalle istituzioni, vorrei che almeno cambiassero le leggi e ci dessero la possibilità di difenderci da soli, visto che non ci difende nessuno", si sfoga Giuseppe, che appena un mese fa è stato anche ospite della trasmissione Tv “Fuori dal coro“ su Rete 4, dove reggeva un cartello con la scritta “4 furti in 5 giorni“. Il conteggio ora va aggiornato, con gli ultimi due episodi registrati in poco più di 30 giorni. Tutti gli eventi sono stati documentati dalle telecamere interne del negozio, i cui filmati sono stati poi diffusi in rete tramite social dallo stesso titolare dell’attività. L’ultimo furto, l’altra notte, poco prima delle 4, vede in azione due soggetti: dopo avere forzato facilmente la porta d’ingresso, uno resta a fare il “palo“ mentre l’altro si dirige verso la cassa automatica tentando maldestramente di forzare con un cacciavite l’inseritore delle banconote.

Dopo diversi tentativi, il complice si avvicina e lo invita a desistere. I due se ne vanno a mani vuote, ma lasciando un danno ingente: "Questa mattina sono andato di corsa prendere il pezzo danneggiato per sostituirlo, pagando più di 500 euro. Poi la solita trafila, denuncia ai carabinieri, consegna delle immagini, apertura del sinistro con l’assicurazione che mi rimborserà, se va bene, tra sei mesi e magari mi aumenterà la polizza. Non ce la faccio più, sono esasperato. Questi delinquenti invece continuano ogni giorno a fare la loro vita come niente fosse, non li prendono mai e se li prendono non gli fanno mai niente". Novella lamenta la mancanza di controlli preventivi e segnala l’aumento della presenza di sbandati sulle strade del paese, tra la Saronno-Monza e la stazione ferroviaria: "Vengono a rubare a noi i soldi per la droga. E noi siamo costretti solo a subire, a chiuderci nelle nostre case con le grate sulle finestre come se fossimo in galera".