Il bandito smascherato “Mangiafuoco“ in manette

Assalta la farmacia travestito e con una pistola giocattolo senza tappo rosso. Rapina l’incasso, alcune medicine e l’orologio di una dottoressa, ma viene preso.

Il bandito smascherato “Mangiafuoco“ in manette

Il bandito smascherato “Mangiafuoco“ in manette

Il rapinatore, questa volta, è stato smascherato. I carabinieri della Compagnia di Monza hanno arrestato un 49enne italiano per rapina in una farmacia di Villasanta. L’uomo, travisato con una maschera allegorica, ha fatto irruzione nel negozio poco dopo la sua apertura al mattino e, minacciando le due farmaciste presenti con una pistola giocattolo senza tappo rosso si è fatto consegnare l’incasso, un orologio indossato da una delle farmaciste e il denaro che la collega custodiva nella propria borsetta. Inoltre, ha prelevato dagli scaffali alcune scatole di medicinali, dandosi poi alla fuga. A seguito della richiesta al 112, si sono subito attivate le pattuglie del Radiomobile e delle Stazioni di Villasanta e dei Comuni confinanti, le quali, avvalendosi delle informazioni acquisite dalla centrale operativa, si sono poste alla ricerca del rapinatore lungo le ipotetiche vie di fuga. Uno degli equipaggi, giunto vicino alla stazione ferroviaria di Villasanta, ha notato un uomo seduto su una panchina che, dapprima in apparente attesa di un treno, alla vista dei militari si è disfatto frettolosamente di un oggetto. Il gesto è stato notato dai carabinieri che hanno adocchiato anche il tatuaggio sul dorso di una mano descritto dalle vittime della rapina e hanno verificato che l’oggetto gettato era un orologio da donna.

L’uomo, inoltre, aveva in mano una busta della farmacia appena rapinata, che, a seguito di un controllo, è risultata contenere il denaro rubato e i medicinali asportati dagli espositori. Le successive indagini hanno consentito di ricostruire il percorso effettuato dalla persona fermata per raggiungere la stazione ferroviaria e, ripercorrendolo a ritroso, di rintracciare la finta pistola e la maschera carnevalesca, oltre un sopra-pantalone usato per il travisamento. L’acquisizione di filmati di videosorveglianza all’interno e all’esterno della farmacia ha permesso, altresì, di documentare in modo preciso ogni fase della rapina e della successiva fuga, consentendo di dichiarare la persona in arresto. La pistola, la maschera e gli indumenti utilizzati per commettere il reato sono stati sequestrati, mentre la refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari. L’uomo è stato portato in carcere a Monza.