CRISTINA BERTOLINI
Cronaca

I pacchetti turistici di quartiere. Dal Parco ai gioielli in periferia. La scoperta della città “nascosta“

Passeggiate, attività didattiche, visite giocate e itinerari naturalistici per famiglie con bambini. L’associazione Art-U ha creato dodici percorsi inediti concentrandosi sulle zone meno battute.

I pacchetti turistici di quartiere. Dal Parco ai gioielli in periferia. La scoperta della città “nascosta“

I pacchetti turistici di quartiere. Dal Parco ai gioielli in periferia. La scoperta della città “nascosta“

“Quartiere che vai, storia che trovi“. È lo slogan del progetto dell’associazione culturale Art-U, con il sostegno di Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, per valorizzare il patrimonio storico-artistico e culturale della città di Monza, concentrandosi sulle zone meno battute dai percorsi turistici abituali. Sono 12 i nuovi percorsi di visita tra città e Parco, privilegiando spazi normalmente trascurati. Proporremo passeggiate culturali, visite giocate e itinerari naturalistici per famiglie con bambini, attività didattiche e interattive che coinvolgeranno pubblici diversi, declinando il racconto di ogni quartiere con linguaggi e modalità appositamente pensate per ciascuno di essi", promettono dall’associazione. Non si parla solo dei grandi classici come Villa Reale e Duomo, ma anche dei quartieri che nascondono piccole, ma significative perle di storia e arte, o che riportano in luce le antiche tradizioni monzesi. Nelle attività già proposte, Art-U ha esplorato la parrocchia di San Gerardo e il quartiere circostante, la zona di Regina Pacis e San Donato, dal macello all’Oasi di Legambiente, San Carlo con la storia della Saletta Reale, il convento dei Cappuccini e la street art all’ex stabilimento C.G.S. L’obiettivo è di accompagnare i monzesi - ma non solo - ad acquisire una maggiore consapevolezza dei luoghi vissuti nel quotidiano, della loro storia antica e recente, patrimonio che costruisce l’identità della città. Dopo l’estate, gli appuntamenti riprenderanno allargando il bacino d’utenza: non soltanto visite guidate per visitatori durante i fine settimana, ma anche attività per le scuole, per i soci di Auser Monza e Brianza e per famiglie con bambini.

Il progetto è possibile grazie a una forte rete di collaborazioni, che spazia dalle associazioni di quartiere a realtà più ampie come Auser Monza e Brianza e Creda Onlus, quest’ultima in particolare coinvolta per realizzare una serie di uscite nel Parco di Monza includendo l’accesso alla suggestiva Cascina Mulini Asciutti. Il calendario degli eventi sarà pubblicato nelle prossime settimane sul sito www.artuassociazione.org.