MARTINO AGOSTONI
Cronaca

Gp Monza, Brad Pitt scalda i motori nell’autodromo: primi ciak del film sulla F1. E dalla monoposto di Sonny Hayes scende un attore biondo

Weekend carico di aspettative, non solo per i tifosi della Ferrari ma anche per i fan che sperano di vedere il divo hollywoodiano sul circuito brianzolo, trasformato in set per le riprese del film sul mondo delle corse

Autodromo Monza, set allestito per il film con Brad Pitt protagonista (nel tondo una controfigura della star)

Autodromo Monza, set allestito per il film con Brad Pitt protagonista (nel tondo una controfigura della star)

Monza, 1 settembre 2023 – E’ l’autodromo di Monzollywood. È partito il fine settimana della Formula Uno a Monza, un appuntamento che quest’anno parte in modo speciale. Carico come sempre di aspettative per i tifosi Ferrari nella gara di casa ma, stavolta, distratto da un protagonista in più, il “pilota” americano Sonny Hayes che ha il volto di Brad Pitt. Le attenzioni dell’autodromo si dividono tra quella delle monoposto e piloti e la speciale scuderia di Hollywood che ha montato lungo la pit-lane il box bianco-nero-oro della squadra Apex Gp e ha fatto diventare il circuito brianzolo un set per le riprese cinematografiche.

Telecamere e troupe della Apple Studios hanno il loro spazio di lavoro – blindato e chiuso a sguardi non autorizzati - nell’area delle vecchie rimesse dell’autodromo e, nei momenti in cui la pista non è impegnata nelle prove, usano il tracciato e lo sfondo offerto dal circus della Formula Uno per le riprese del film sul mondo delle corse che avrà come protagonista Brad Pitt. E proprio lui è la vera super star del fine settimana e, anche se finora non si è visto a Monza, c’è chi scommette che arriverà e che Sonny Hayes-Brad Pitt non mancherà di fare un giro sul Tempio della Velocità.

Intanto c’è la sua controfigura: venerdì mattina c’è stata una sessione di riprese e la monoposto nero-oro numero 7 di Sonny Hayes ha girato in pista ma al ritorno al box è sceso un attore biondo, ma non Brad Pitt. Ma è solo il primo giorno e, nelle gare come al cinema, fino all’ultimo giro di domenica tutto può succedere.