Marco Galvani
Cronaca

Gran Premio di Monza 2023, è conto alla rovescia. Tutto quello che c’è da sapere

Da giovedì si comincia, l’autodromo è pronto ad accogliere i 300mila attesi da tutto il mondo. E ci sarà anche Brad Pitt. La Fan Zone allestita sul prato del Roccolo aprirà per tutti gratuitamente

La conferenza stampa di presentazione del Gran Premio 2023

La conferenza stampa di presentazione del Gran Premio 2023

Monza – Sono attesi in 300mila. Da tutto il mondo. L’autodromo è pronto ad accogliere il popolo della Formula 1. Paddock, Fan Zone e hospitality si stanno arredando per l’edizione numero 94 del Gran premio d’Italia. Al lavoro una squadra di circa 3.500 addetti tra controllo, viabilità, ristorazione, pulizia e sicurezza in pista. Da giovedì si comincia. La Fan Zone allestita sul prato del Roccolo aprirà per tutti. Gratuitamente. Anche per gli appassionati senza biglietto. Per i tifosi - attraverso il sito dell’autodromo (monzanet.it) - è possibile scaricare l’app Monza 100, per conoscere l’esatta ubicazione dei parcheggi esterni all’autodromo, dei 24 punti di ristoro e delle 10 casette dell’acqua e per essere aggiornati in tempo reale su attività di pista, iniziative di intrattenimento per il pubblico e punti di interesse. E per non perdersi nulla di quello che accade sul nastro d’asfalto, saranno 31 i maxi schermi posizionati lungo tutto il circuito. Nel piano di accoglienza del pubblico, quest’anno sarà aumentato il numero dei servizi igienici: quasi mille (966) distribuiti sull’intera area del circuito.

I lavori

I nuovi sottopassi saranno pronti soltanto per il Gp dell’anno prossimo, per evitare di bloccare la viabilità del circuito nel weekend della Formula 1 l’autodromo aggiunge due ponti provvisori sulla pista. Confermati i cinque ingressi pedonali (Vedano, Lesmo, Mirabello, Costa Alta e Costa Bassa), sono state realizzate due nuove passerelle: una all’ingresso di Santa Maria alle Selve, tra la piscina il campeggio dell’autodromo, lungo il rettilineo che porta alla Prima Variante. La seconda, invece, permetterà di passare da una parte all’altra della pista da viale Mirabello alla Variante Ascari, nel tratto subito dopo il Serraglio. Una passerella che servirà a diluire la marea di tifosi che graviterà attorno alla Fan Zone, confermata nel prato del Roccolo.

Mentre per i lavori chiesti dalla F1 – riasfaltatura della pista, costruzione di un nuovo sottopasso all’ingresso di Vedano e ricostruzione di tre attuali tunnel - “al momento una apposita commissione sta valutando la richiesta di 14 imprese, entro settembre selezionerà e manderà le lettere di invito a presentare una offerta, per novembre contiamo di avviare il cantiere - spiega il presidente Aci Angelo Sticchi Damiani –. Ad aprile 2024 vogliamo completare i lavori da quasi 22 milioni, possibili grazie alle risorse di Governo e Regione Lombardia. Ma questo è solo il primo passo. Già stiamo lavorando, e speriamo di avere l’approvazione dei progetti entro fine settembre, per realizzare una copertura dei box per aumentare la metratura del Paddock Club e sostituire le vecchie tribune con nuove strutture (sempre smontabili) dotate di sky box e hospitality. Vorremmo riuscirci per il 2025”. Senza dimenticare che “l’obiettivo è anche recuperare la pista dell’Alta Velocità con le Sopraelevate, perché è un monumento simbolo. Ma per questo avremo bisogno di ulteriore sostegno, anche economico”.

Angelo Sticchi Damiani, presidente Aci
Angelo Sticchi Damiani, presidente Aci

E subito il governatore della Lombardia Attilio Fontana assicura che “Regione farà sempre la propria parte perché Monza possa avere un ruolo da protagonista nella F1 del futuro. La Regione ci sarà anche per sostenere il rinnovo del contratto con la F1 oltre il 2025. E sono sicuro che anche il Governo e il Comune faranno altrettanto”.

Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia
Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia

Il primo vip atteso

Il Gran premio diventerà anche il set per le riprese del film Apple dedicato al mondo della Formula 1. Dopo aver girato a Silverstone, Brad Pitt è atteso all’autodromo di Monza per registrare alcune scene del nuovo ambizioso film diretto da Joseph Kosinski, già regista di Top Gun: Maverick e Oblivion.

Solidarietà in pista

Prosegue la collaborazione con ATS Brianza che raccoglierà i pasti non consumati nel corso del weekend e li donerà ai più bisognosi. Mentre grazie al progetto Awabot, in collaborazione con la Fondazione Irccs San Gerardo 24 giovani pazienti di oncoematologia pediatrica e neuropsichiatria infantile potranno vivere virtualmente indimenticabili esperienze in circuito incontrando a distanza, grazie a speciali robottini che “passeggeranno” nel paddock, i piloti. E da venerdì a domenica, nel paddock sarà presente il truck food di PizzAut: 4 ragazzi autistici sforneranno almeno 200 pizze al giorno per piloti e squadre.

Bottiglia speciale

Ferrari Trento, brindisi ufficiale di Formula 1 fino al 2025 ha realizzato, all’interno della collezione Ferrari F1 Edition, una bottiglia dedicata a Monza. Per suggellare i cento anni di storia del GP d’Italia la casa trentina, lo scorso anno, aveva dedicato una bottiglia speciale di Ferrari Trentodoc formato Jeroboam che era andata all’asta su F1 Authentics dopo essere stata firmata dai piloti vincitori.