Cambio di programma. Sulla IV Novembre il Comune risparmia oltre venti milioni

Modificato l’accordo di 20 anni fa per la riqualificazione dell’area. La caserma della Finanza, la sede dell’Agenzia delle Entrate. e le case per gli studenti universitari saranno a carico del Demanio.

Cambio di programma. Sulla IV Novembre il Comune risparmia oltre venti milioni

Cambio di programma. Sulla IV Novembre il Comune risparmia oltre venti milioni

Area IV Novembre, il Comune risparmia oltre 20 milioni di euro: sarà il Demanio a pagare la costruzione della caserma della Guardia di finanza e la sede dell’Agenzia delle Entrate. È quanto prevede il nuovo protocollo d’intesa tra Comune, Regione Lombardia, Agenzia del Demanio, Università Bicocca per la riqualificazione del polo istituzionale di via Grigna, aggiornando gli accordi di vent’anni fa che, fino ad oggi, hanno permesso l’abbattimento della ex caserma IV Novembre, la realizzazione delle sedi della Provincia e della Questura, che oggi accoglie anche la Prefettura, oltre a una serie di opere stradali. Adesso, invece, il Comune di Monza non ha più in carico l’impegno delle due edificazioni, mentre è prevista la costruzione di case per gli studenti universitari e di un parcheggio in corrispondenza della futura stazione della linea 5 della metropolitana. Il quartiere potrà contare sullo sviluppo di servizi complementari rivolti agli studenti, sulla metropolitana e sul parcheggio pubblico di interscambio che sarà realizzato sul terreno di proprietà demaniale accanto alla futura stazione.

Sulla base della nuova intesa la Regione potrà anche creare in zona Ospedale nuovo un parcheggio per i dipendenti, che alleggerirà la pressione del traffico nella zona. Per chiudere il cerchio, il Comune dovrà approvare la variante parziale all’attuale Pgt per consentire l’intervento del Demanio nell’area dell’ex Caserma ai fini della realizzazione, anche in forma di partenariato pubblico-privato, di residenze e alloggi per studenti universitari fuori sede, compresi quelli di tipo convenzionato. In quella stessa area o in altra da permutare eventualmente con il Comune, il Demanio si occuperà della costruzione della caserma della Finanza, mentre per la sede dell’Agenzia delle Entrate dovrà trovare una struttura idonea in città. "Lavoreremo alla variante al Pgt per sottoporla al più presto all’attenzione del consiglio comunale – conferma l’assessore al governo del territorio, Marco Lamperti –. Si tratta di un’occasione preziosa per riqualificare una porzione di Monza, puntando sulla rigenerazione del territorio e rinforzando i servizi pubblici".

E "la realizzazione di alloggi per studenti – aggiunge il vicesindaco e assessore al patrimonio, Egidio Longoni – costituisce una risposta alla sempre maggior richiesta da parte degli universitari di residenze a prezzi accessibili, utilizzando parte dell’area dell’ex caserma IV Novembre: un traguardo da raggiungere con la collaborazione tra istituzioni e con un attento lavoro di coordinamento e co-progettazione". Del resto L’università di Medicina e Chirurgia della Bicocca è ogni anno più attrattiva e sempre più studenti decidono di venire a studiare a Monza: il 40% degli iscritti alla facoltà sono originari del Centro e del Sud Italia. Ma negli ultimi anni cresce anche la mobilità di ricercatori e docenti da e per l’estero. E il riconoscimento del San Gerardo come Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico ha ulteriormente aumentato l’esigenza di accogliere gli iscritti ai 12 corsi di laurea e alle 27 scuole di specializzazione in una città universitaria.