Moda, Trussardi passa al gruppo Miroglio. “Valorizzeremo il loro patrimonio unico”

L’acquisizione dal fondo QuattroR. Il gruppo albese detiene già nove marchi di abbigliamento femminile

L'ad del gruppo Miroglio, Alberto Racca

L'ad del gruppo Miroglio, Alberto Racca

Milano – Inizia un nuovo capitolo nella lunga storia di Trussardi: lo storico marchio di moda italiano, in crisi, è stato acquisito dal gruppo Miroglio da QuattroR (fondo che che dal 2019 deteneva il 70% dell’azienda). 

L’acquisizione – si legge nella nota di Miroglio – ricade nell'ambito di un'operazione di ristrutturazione “che si è posta l'obiettivo di valorizzare il marchio e garantire la continuità industriale della casa di moda”. E ancora, Trussardi “entrerà a far parte del gruppo Miroglio come brand indipendente mantenendo la sede a Milano. Il perimetro dell'operazione include una rete di 15 punti vendita posizionati strategicamente in Italia, l'archivio storico e i diritti di licenza, che estendono la visibilità e l'influenza del marchio in svariati settori”.

"Miroglio intende valorizzare il marchio milanese – prosegue la nota – partendo dalle sue categorie distintive e mira a evolverlo verso un'esperienza completa che valichi i confini della moda, offrendo prodotti e servizi che incarnino la sua essenza anche nel mondo del lifestyle. Trussardi adotterà una strategia di crescita multicanale, con particolare attenzione ai mercati chiave dell'Italia, dell'Est Europa e del Medio Oriente, dove il brand gode di una solida reputazione”.

Il gruppo Miroglio, presente in 22 paesi con 36 società e una rete di negozi che conta 1.100 monomarca, detiene già nove marchi di abbigliamento femminile: Motivi, Elena Mirò, Fiorella Rubino, Oltre, Diana Gallesi, Luisa Viola, Ipekyol, Twist e Machka. 

"Siamo orgogliosi di annunciare l'acquisizione di Trussardi, un passo fondamentale nella nostra strategia di crescita e diversificazione di portafoglio. Trussardi, con il suo patrimonio unico e il forte appeal nel segmento premium, rappresenta un'icona dell'heritage italiano – ha commentato Alberto Racca, amministratore delegato del Gruppo Miroglio – . Intendiamo valorizzare la combinazione di eleganza e versatilità che da sempre contraddistingue Trussardi in tutte le sue espressioni, con lo sguardo rivolto verso lo stile di vita e i valori del cliente contemporaneo. Inoltre, l'acquisizione ci permette di espandere strategicamente la presenza del nostro Gruppo nei settori uomo e pelletteria, arricchendo e diversificando il nostro portafoglio".

Fondata nel 1911, Trussardi ha vissuto negli ultimi tempi anni turbolenti: il 13 febbraio 2019 il fondo italiano QuattroR, presieduto da Andrea Morante e specializzato in ristrutturazioni aziendali, aveva rilevato la Trussardi attraverso la creazione di una newco, partecipata al 70% da QuattroR e al 30% da Tomaso Trussardi, che controlla l'86% della holding Finos, azionista unico di Trussardi S.p.A.

Nel marzo 2023 l'azienda ha aperto una procedura di ricomposizione della crisi al Tribunale di Milano. I membri del Cda e l'amministratore delegato Sebastian Suhl si erano dimessi, avevano lasciato anche i due creativi Serhat Işık e Benjamin A. Huseby. Ora questo nuovo capitolo.