MICHELE MEZZANZANICA
Cronaca

Gli studenti del liceo di Brera firmano le etichette del Supertuscan di Castellare di Castellina

Il progetto ‘I Sodi di S. Niccolò–Brera’, edizione limitata di 550 bottiglie dell’annata 2019, unisce vino e arte con un risvolto benefico a favore di Dynamo Camp

L bottiglie dell'edizione limitata 'I Sodi di S. Niccolò–Brera'

L bottiglie dell'edizione limitata 'I Sodi di S. Niccolò–Brera'

Milano – Un vino iconico di una storica cantina del Chianti Classico contra il liceo artistico più prestigioso di Milano, nato come costola dell’Accademia di Brera.

Nasce così ‘I Sodi di S. Niccolò–Brera’, edizione limitata di 550 bottiglie dell’annata 2019 del vino più rappresentativo di Castellare di Castellina, una delle aziende vinicole più celebri del Chianti e di tutta la Toscana. Le etichette dell’Historical Supertuscan a base di Sanngiovese e Malvasia Nera sono state disegnate da oltre 500 studenti del liceo artistico di Brera e sono tutti dei pezzi unici che vanno a decorare i vari formati delle bottiglie: 0,75 itri 1,5 litri 3 litri e 9 litri. Movendo dal celebre e iconico uccellino simbolo di Castellare di Castellina, i ragazzi si sono sbizzarriti in un carosello di fiori, foglie, animali ed elementi della natura dipinti a mano.

Gli studenti del liceo di Brera dipingono le bottiglie
Gli studenti del liceo di Brera dipingono le bottiglie

Degli esemplari unici, una giuria ha poi scelto 4 bottiglie (una per ciascun formato) per la creatività del decoro e la ricchezza di particolari, oltre ad altri 5 disegni che impreziosiscono gli astucci delle bottiglie da 0,75 litri. I vincitori sono Aurora Sartori (bottiglia da 9 litri), Manuela Fasoli (bottiglia da 3 litri), Martina Zottola (bottiglia da 1,5 litri), Leda Bossi (bottiglia da 0,75 litri), Giorgia Prado Caballero (disegno astuccio), Gabriele Banfi (disegno astuccio), Alice Tosi (disegno astuccio), Alessandra Miravalle (disegno astuccio) e Maya Montini (disegno astuccio). Gli studenti sono stati premiati, nell’ambito della presentazione del progetto presso il liceo milanese, da Paolo Panerai e Alessandro Cellai, rispettivamente fondatore ed enologo di Castellare di Castellina, e dalla preside dell’istituto, la professoressa Emilia Ametrano.

Inoltre, il formato da 9 litri, decorato con una splendida fenice, sarà battuto all’asta da Christie’s London il prossimo 30 novembre e il ricavato sarà devoluto interamente all’associazione non profit Dynamo Camp che offre programmi di terapia ricreativa a bambini e adolescenti affetti da malattie gravi o croniche. Ed anche una parte dei proventi della vendita degli altri formati andrà in beneficenza alla stessa associazione. “Attraverso l’arte di questi giovani talenti, vogliamo lanciare un messaggio di solidarietà nel segno della sostenibilità non solo ambientale”, ha commentato Paolo Panerai. 

Una delle bottiglie dipinte a mano
Una delle bottiglie dipinte a mano

"Il liceo artistico di Brera – ha detto la dirigente scolastica, Emilia Ametrano – è da sempre una realtà scolastica aperta al territorio e agli stimoli che ne derivano per elaborarli e trasformarli in opere artistiche e innovative. Il progetto I Sodi di S. Niccolò–Brera è stato pensato con attenzione per i nostri studenti, nell’ottica di riuscire a creare relazioni tra una azienda vitivinicola leader e l’arte. Lo studio e la selezione degli uccellini prima, l’attenzione al particolare dopo, tramite l’uso di piccolissimi pennelli e di colori di evoluta concezione, hanno aiutato i nostri studenti, seguiti dai loro docenti delle discipline artistiche, ad affrontare una tecnica difficile: la pittura su vetro”.