Strade colabrodo a Milano, la promessa di Sala: "Ne sistemeremo 330". Ecco quali

Tra i luoghi in lista viale Coni Zugna, piazza Medaglie d’Oro e via Porpora. Il sindaco invita i cittadini a segnalare le voragini nell’asfalto, come fare

"Dobbiamo intervenire su 330 strade quest’anno, con un investimento totale di 20 milioni di euro". Lo ha annunciato ieri il sindaco Beppe Sala nella seconda diretta Instagram del format “Cose in Comune“, rispondendo alle domande dei milanesi su un tema caldo, quello delle “strade colabrodo“ che il maltempo delle ultime settimane ha reso più impraticabili.

"L’ammontare che mettiamo sulla manutenzione delle strade è una parte dell’opera di quadratura del bilancio, che è qualcosa di molto difficile da fare. La pianta dei soldi nessuno l’ha ancora trovata, è evidente che problemi di conti ci sono, ma facciamo il possibile e vista la situazione cercheremo di incrementare di un po’ la spesa di manutenzione per le strade", ha sottolineato il primo cittadino. Intanto, dopo le piogge che hanno sferzato la città, è stato necessario effettuare dei rattoppi, che fanno parte della manutenzione ordinaria: dopo i lavori in via Santa Rita da Cascia, via Predabissi, piazzale Aquileia, via delle Camelie e via Porto Corsini, in aprile toccherà a Città Studi: via Ponzio, viale Romagna, piazza Piola. E poi: via Palmanova, via Leoncavallo. Ma anche via Lamarmora, viale Certosa e piazza Bausan.

Per quanto riguarda invece il piano di manutenzione 2024, questo "prevede 330 strade. In genere si parte molto lenti a gennaio-febbraio e si va a crescere durante l’anno. Avevamo in programma entro il mese di marzo-aprile di occuparci di una decina di strade, siamo rapidamente passati a 50: 8 le abbiamo ultimate, 4 sono in corso e poi ne abbiamo 38 tra cui viale Stelvio, viale Forlanini, viale Brianza, viale Marche, viale Caprilli". Poi circa 280 strade "tra cui piazza Medaglie d’Oro, viale Coni Zugna, via Porpora, corso Indipendenza, viale Omero e via Giambellino, da maggio in poi".

Il sindaco ha invitato i cittadini "a segnalare le problematiche relative alle buche e in generale alla manutenzione stradale all’indirizzo e-mail  manutenzionestrade@comune.milano.it, possibilmente anche allegando fotografie. Le vostre segnalazioni sono molto preziose". In diretta, a chi gli faceva notare che all’estero i trattamenti sulle strade sono più duraturi, ha risposto: "È vero, però le strade di una città come Milano, piccola ma con una quantità di macchine significativa, sono molto sollecitate e i binari non aiutano. C’è anche un problema di budget ed è inutile nasconderlo".

Il vero problema però secondo il sindaco è il cambiamento climatico: "Ci piaccia o no, dobbiamo abituarci a questa situazione di periodi prolungati di siccità e poi piogge violente e continuative". Per quanto riguarda invece i binari, che interessano 270 chilometri di strade a Milano, "abbiamo in programma il rifacimento di circa il 20% delle reti binari nei prossimi anni, s’investono 12 milioni all’anno".

Dal centrodestra, però, piovono critiche: la consigliera comunale ed europarlamentare della Lega Silvia Sardone evidenzia che "il sindaco influencer oggi si vanta di aver messo a bilancio 20 milioni di euro per la sicurezza stradale ma omette di dire che ne incassa oltre 150 all’anno dalle multe: dove finisce la restante quota?". Mentre per il deputato di FdI Riccardo De Corato "il sindaco Sala nasconde, o fa finta di non accorgersene, che l’enormità di “crateri“ presenti in tutti i quartieri sono frutto della scarsa manutenzione al manto stradale".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro