Spaccio di droga in bici tra Trezzo e Bergamo: 9 arrestati. Uno si faceva chiamare “Campione”

Nel mirino otto albanesi e una donna italiana di età compresa tra i 29 ed i 43 anni

Milano – I carabinieri della Compagnia di Pioltello, nel Milanese, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare a carico di nove persone ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione illecita di sostanze stupefacenti e porto illegale di armi in luogo pubblico. Si tratta di otto albanesi (uno allo stato è irreperibile) e una donna italiana di età compresa tra i 29 ed i 43 anni. Agivano in particolare a Trezzo sull'Adda e in provincia di Bergamo. 

Operazione contro lo spaccio tra Bergamo e Trezzo
Operazione contro lo spaccio tra Bergamo e Trezzo

Secondo quanto ricostruito le consegne della droga avvenivano in particolare in bicicletta tanto che uno degli arrestati, nelle intercettazioni è chiamato “Campione” ma anche “Johnny Depp”. Le indagini sono partite con l'arresto nel marzo dell'anno scorso della donna con un centinaio di palline di cocaina. Nel frattempo i cittadini di Trezzo d'Adda avevano anche esposto dei cartelli in varie zone con la scritta: “Qui è zona di spaccio”.

Gli arresti sono stati preceduti dal sequestro preventivo di alcuni immobili utilizzati anche come base per lo spaccio e tre conti correnti perché alcuni clienti pagavano con bonifico. La droga era acquistata a Milano per essere spacciata nel Bergamasco. Nell'operazione sono stati impegnati oltre 50 carabinieri, un elicottero e cani antidroga.