Sciopero dei vigili del 7 dicembre, scatta la precettazione: cosa succede ora

Milano, la polizia locale sceglie la linea dura contro il Comune sull’aumento dei turni serali e notturni: interviene il Prefetto

Agenti della Polizia locale di Milano

Agenti della Polizia locale di Milano

Milano – I vigili scelgono la linea dura contro il Comune sulla questione del contratto decentrato. La diretta conseguenza della scelta dell'assemblea dei ghisa sarà la precettazione da parte della Prefettura: niente sciopero il 7 dicembre, gli agenti della polizia locale saranno regolarmente in strada in una giornata-chiave per Milano.

L’aumento dei turni

Nel tentativo di conciliazione andato in scena venerdì pomeriggio, il capo di gabinetto di Palazzo Diotti Alessandra Tripodi aveva chiesto alle parti di fare un passo indietro per far ripartire il dialogo sulla vertenza legata all’aumento dei turni serali e notturni. Al Comune, corso Monforte ha chiesto il congelamento della delibera e dell'informativa che il 10 novembre hanno fatto scattare l'ultimatum per la categoria: se non si troverà un accordo entro il 31 gennaio 2024, la sintesi, l'Amministrazione cambierà unilateralmente alcune clausole del contratto decentrato del 2002 con nuove disposizioni organizzative in vigore dal 13 febbraio 2024.

La richiesta del Comune

Allo stesso tempo, è stato chiesto ai sindacati di differire la data dell'agitazione per evitare di restare senza ghisa a Sant'Ambrogio. Nella tarda mattinata di domenica, il vicedirettore generale di Palazzo Marino Carmela Francesca ha inviato una mail in Prefettura per dar conto dell'impossibilità di sospendere l'informativa, aprendo però alla possibilità di spostare la data della fine della trattativa al 31 marzo e spiegando che il 13 febbraio sarebbe entrato in vigore un atto organizzativo-ponte che avrebbe prolungato la validità del contratto decentrato fino alla stessa data del 31 marzo. “La proposta – si legge nella missiva – consente di raggiungere il medesimo risultato di una sospensione dell'informativa, ossia quello di garantire alle organizzazioni rappresentative dei lavoratori maggiore agibilità sindacale (in termini di tempo) per riavviare un dialogo costruttivo”.

La reazione dei vigili

La proposta è stata girata dalla Prefettura ai delegati sindacali di Cgil, Cisl, Uil, Csa, Rsu e Sulpl, che nella tarda mattinata di lunedì l'hanno portata in assemblea. I partecipanti all'incontro hanno approvato quasi all'unanimità la decisione di respingere la proposta del Comune e di andare avanti con la mobilitazione. “Nel ringraziarla per aver procrasticato la nostra decisione alla data odierna – la risposta inviata al capo di gabinetto di corso Monforte – a seguito delle assemblee dei lavoratori del Corpo di polizia locale di Milano, le comunichiamo che su mandato dei lavoratori non verrà sospeso né differito lo sciopero dei 7 dicembre, né verrà sospeso il blocco degli straordinari dal 4 al 10 dicembre, così come previsto dalle iniziative sindacali formalmente indette”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro