"Ricomincio da Taaac", al via le riprese del nuovo film de “Il Milanese Imbruttito”: dove e fino a quando

Milano, il set, che si concluderà a fine marzo, questa volta si svolgerà interamente nel territorio lombardo. Nel cast anche Claudio Bisio, Raul Cremona e altri volti noti

Germano Lanzoni (foto @Francesco Margutti)

Germano Lanzoni (foto @Francesco Margutti)

Dopo "Mollo tutto e apro un chiringuito", i protagonisti de "Il Milanese Imbruttito" tornano al cinema con "Ricomincio da Taaac" e Milano diventa un set per le riprese del sequel. Protagonista ancora Germano Lanzoni, nei panni dell’iconico "Signor Imbruttito", milanese purosangue ormai entrato nell’immaginario collettivo non solo lombardo ma di tutta Italia, sopravvissuto alla poco fortunata avventura in Sardegna del primo capitolo. Ad affiancarlo, tutti i personaggi del mondo Imbruttito, come il Giargiana, la Wife, il Nano, l’Imbruttita. 

Il nuovo film del Milanese Imbruttito (foto Francesco Margutti)
Il nuovo film del Milanese Imbruttito (foto Francesco Margutti)

Il set, che si concluderà a fine marzo, questa volta si svolgerà interamente nel territorio lombardo, toccando diversi luoghi della città di Milano, in particolare il quartiere Portanuova, cuore pulsante e rappresentativo del capoluogo lombardo, che si presenta come una vivace e dinamica espressione di Pop Culture, con l’obiettivo di diventare una vera e propria piazza di intrattenimento per il pubblico, oltre che simbolo di una grande riqualificazione architettonica urbana di carattere culturale, sociale e ambientale. Faranno da cornice alle riprese anche piazza Gae Aulenti, Biblioteca degli Alberi (BAM) e Bosco Verticale. Previste riprese anche sui Navigli e presso l’Abbazia di Chiaravalle, oltre a un excursus a Bellagio sul lago di Como.

"Ricomincio da Taaac", in uscita nelle sale nel prossimo autunno, vede nel cast, tra gli altri, Brenda Lodigiani, Paolo Calabresi, Claudio Bisio, Laura Locatelli, Leonardo Uslengo, Valerio Airò, Renato Avallone e tra le new entry Raul Cremona, Francesco Mandelli, Maurizio Bousso e Martina Bonan, è ancora diretto da Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella e Davide Rossi ed è prodotto da Giovanni Cova per QMI, Ramaya Productions e Medusa Film in collaborazione con Prime Video.

Il set, che si concluderà a fine marzo, questa volta si svolgerà interamente nel territorio lombardo, toccando diversi luoghi della città di Milano, in particolare il quartiere Portanuova, cuore pulsante e rappresentativo del capoluogo lombardo, che si presenta come una vivace e dinamica espressione di Pop Culture, con l’obiettivo di diventare una vera e propria piazza di intrattenimento per il pubblico, oltre che simbolo di una grande riqualificazione architettonica urbana di carattere culturale, sociale e ambientale. Faranno da cornice alle riprese anche piazza Gae Aulenti, Biblioteca degli Alberi (BAM) e Bosco Verticale. Previste riprese anche sui Navigli e presso l’Abbazia di Chiaravalle, oltre a un excursus a Bellagio sul lago di Como.

Social brand di proprietà di Shewants e creato da Marco De Crescenzio, Federico Marisio e Tommaso Pozza, "Il Milanese Imbruttito" dal web è diventato in pochi anni un fenomeno culturale e sociale che oggi conta due milioni di follower su Facebook, più di 770mila su Instagram, più di 500mila sul canale ufficiale YouTube e più di 220mila su TikTok. La prima trasposizione cinematografica, "Mollo tutto e apro un chiringuito", uscito nel 2021, ha esordito subito sul podio del box office, risultando tra i maggiori incassi italiani nel periodo pandemico.

"Ricomincio da Taaac aggiunge nuove sfumature e angolature a un personaggio che, da un apparente profilo di maschera contemporanea, offre una riflessione ironica e sagace sui tempi che stiamo vivendo – ha dichiarato Giovanni Cova, produttore e presidente di QMI –. Nella nostra narrazione, inoltre, la città di Milano non è una semplice location ma è diventata ormai una vera e propria protagonista, con le sue peculiarità, le sue contraddizioni, i suoi luoghi famosi e gli angoli nascosti, uno specchio dell’Italia intera e della nostra epoca".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro