FRANCESCA GRILLO
Cronaca

Pronti 960mila euro per il progetto Città spugna

Corsico, un intervento che porterà alla riqualificazione del parcheggio sull’area ex Stella di via Matteotti, di fianco alla stazione

Migration

di Francesca Grillo

L‘intervento è imponente, così come le risorse investite: oltre 960mila euro, tutti fondi del Pnrr, inseriti nell’ambito del Piano urbano integrato di Città metropolitana. È il progetto “spugna” che a Corsico prevede una profonda sistemazione e riqualificazione del parcheggio sull’area ex Stella di via Matteotti, di fianco alla stazione. L’obiettivo è risolvere gli annosi problemi di allagamento della zona: appena piove, infatti, il parcheggio diventa un’enorme pozzanghera, con disagi per i cittadini del quartiere e di chi lascia lì l’auto per raggiungere la stazione. L’intervento si avvale del Nbs - natural based solution, ovvero le soluzioni basate sullo studio della natura. "Chi frequenta l’area ex Stella – evidenzia il sindaco Stefano Martino Ventura – sa bene che il parcheggio è oggetto di allagamenti continui e la pavimentazione è completamente sconnessa da anni. Per questo motivo abbiamo deciso di concentrare i fondi del progetto Spugna per riqualificare completamente il parcheggio, creando un annesso bacino naturalistico che raccoglierà le acque piovane. Ringrazio Città metropolitana di Milano e Cap per la stretta e continua collaborazione". Il modello “città spugna” (cosiddetto sponge-cities), già presente in altri comuni dell’hinterland, ha l’obiettivo di assorbire le acque invece di farle scorrere in superficie o nelle reti fognarie. È un sistema adottato in molte parti del mondo, finalizzato a fronteggiare l’avanzare del cambiamento climatico e le conseguenti intense e concentrate precipitazioni. Grazie al progetto, come spiega l’assessore all’Ambiente Chiara Silvestrini, "la pavimentazione permeabile del parcheggio consentirà di drenare le piogge, il cui eccesso verrà poi convogliato in un bacino di detenzione dove sarà temporaneamente accumulato, per poi infiltrarsi nel terreno sottostante". La gestione attenta della quantità di acqua eviterà di sovraccaricare la rete fognaria esistente e gli impianti di depurazione, riducendo così i fenomeni di inondazioni locali. Inoltre, c’è da considerare anche la riduzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua e delle isole di calore, fornendo un supporto alla biodiversità: l’area, infatti, verrà piantumata con specie erbacee, arbustive, piante latifoglie e prato fiorito. Come opere accessorie, il progetto prevede anche il rifacimento degli asfalti del tratto di via Matteotti interessato dall’intervento e la realizzazione della segnaletica. "Questo progetto - conclude il sindaco Ventura - è importante anche per dare una risposta concreta ai cittadini che lamentavano una situazione insostenibile".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro