Prolungamento della metro M1 a Baggio e tranvia Milano-Limbiate: ecco i soldi

Dal Governo 281 milioni di euro per realizzare la nuova tratta della linea e riqualificare la Milano-Limbiate I cantieri per le tre future fermate della metropolitana si apriranno a inizio 2025 e dureranno 5 anni e mezzo

Prolungamento metro 1 e tranvia Milano-Limbiate, fondi arrivati

Prolungamento metro 1 e tranvia Milano-Limbiate, fondi arrivati

Milano, 24 febbraio 2024 –  Il Governo ha approvato il decreto con il quale stanzia i fondi necessari a realizzare il prolugamento della Metropolitana 1 fino a Baggio, il nuovo deposito dei treni al Gallaratese e, no ultimo, a riqualificare la metrotranvia che collega Milano a Limbiate. Un decreto da 281 milioni di euro. Una parte delle risorse sarà trasferita subito al Comune, un’altra parte sarà corrisposta in più tranche da qui al 2030. Ad annunciare il varo del decreto è stata Arianna Censi, assessora comunale alla Mobilità.

Quanto al prolungamento della M1, dall’attuale capolinea di Bisceglie sono previste tre nuove stazioni per altrettante fermate: la stazione Parri, in coincidenza dell’omonima via, la stazione Baggio, dal nome del quartiere, e, infine, la nuova stazione capolinea Olmi, in corrispondenza con l’omonimo quartiere. In tutto si tratta di costruire 3,3 chilometri di nuovi binari per una spesa complessiva di 534 milioni di euro. Il Governo ne ha appena stanziati 145. Il lancio delle gare d’appalto è previsto entro la fine dell’anno in corso e i primi cantieri dovrebbero aprire nel 2025. I lavori dureranno cinque anni e mezzo, salvo sorprese, ritardi o contenziosi.

L’attuale deposito dei treni della M1 al quartiere Gallaratese sarà significativamente ampliato perché possa diventare l’hub di ricovero dei convogli di più linee della metropolitana e possa ospitare al suo interno un’officina meccanica per la manutenzione e la riparazione di locomotori e vagoni. Un’operazione da 47,6 milioni di euro: tanti ne prevede lo stanziamento appena licenziato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Quindi , ecco la metrotranvia Milano-Limbiate, infrastruttura strategica per collegare la città all’area metropolitana del Nord Milano e alla Brianza. Il costo totale della metrotranvia è di 179 milioni di euro. L’opera era stata finanziata dallo Stato, che si era fatto carico di 102,8 milioni di euro, dalla Regione Lombardia e dai Comuni attraversati dal tram – quindi Milano, Paderno Dugnano, Varedo, Senago e Limbiate – per 45,3 milioni di euro. A far saltare i programmi e, in particolare, i cronoprogrammi originari sono stati gli extracosti, pari a circa 30 milioni di euro. Proprio la mancanza di fondi che coprissero gli extracosti ha impedito di bandire una gara entro giugno, come era stato previsto. E questo ha causato, a cascata, la perdita di finanziamenti europei pari a 59 milioni di euro. Ora il Governo ha stanziato 88 milioni di euro a copertura sia degli extracosti sia dei finanziamenti europei andati perduti. Le gare d’appalto sono pressoché pronte e dovrebbero essere lanciate entro un mese. I cantieri dovrebbero aprirsi nel 2025 e la durata dei lavori è stimata in tre anni e mezzo, al netto di ritardi, sorprese e contenziosi di prassi.

“Da Roma sono arrivati i finanziamenti per il prolungamento fino a Baggio della Metropolitana M1 e per la realizzazione della metrotranvia Milano-Limbiate, un’integrazione che aspettavamo insieme ai sindaci degli altri Comuni coinvolti da molti mesi": questo l’annuncio scandito ieri dalla Censi a margine della conferenza regionale sulla salute organizzata dal Pd lombardo. "Le gare – ha aggiunto l’assessora alla Mobilità in riferimento alla nuova tratta della Metropolitana 1 – verranno bandite nel 2024 e quindi penso che i lavori inizieranno alla fine del 2024 o all’inizio del 2025".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro