Operaio morto in via Parravicini: cos’è la cassaforma, il manufatto che l'ha schiacciato

La struttura si sarebbe sganciata dall’autogru che il giovane egiziano stava movimentando insieme ad alcuni colleghi

Milano, 11 dicembre 2023 – Mohamed Alì Fathi Abdelghani, l’operaio di 28 anni morto nell’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina, lunedì 11 dicembre, è stato schiacciato da una cassaforma.

Il giovane egiziano, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, sarebbe stato impegnato insieme ad alcuni colleghi nella movimentazione di un’autogru. A un certo punto la pesante struttura si sarebbe sganciata, precipitando a terra e colpendo Mohammed. Per l’incidente è stato aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo al momento a carico di ignoti. 

L'incidente di via Parravicini (Canella); a lato, il disegno di una cassaforma
L'incidente di via Parravicini (Canella); a lato, il disegno di una cassaforma

Cos’è una cassaforma

La cassaforma è un manufatto specificamente utilizzato per le opere edili. Si tratta di involucro dentro il quale viene effettuato il getto del calcestruzzo allo stato fluido, in vista della realizzazione di strutture in cemento armato. 

Tradizionalmente viene realizzata con il legno, materiale che ultimamente è stato sostituito dal polistirolo, con la tecnica nominata Insulated concrete form. Esistono anche casseforme metalliche – come quella che, probabilmente, ha travolto l’operaio egiziano morto nel cantiere di via Parravicini – che possono essere utilizzate un numero infinito di volte e offrono all’enorme recipiente una superficie liscia e omogenea.

A cosa serve

La cassaforma – detta anche cassero – è realizzato perché il calcestruzzo che viene gettato al suo interno possa assumere la forma richiesta dal progetto. La cassaforma deve garantire la tenuta stagna per evitare la fuoriuscita della parte più fine dell’impasto di calcestruzzo. Non si deve, quindi, deformare. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro