Nicola Palma
Cronaca

Zakaria Atqaoui, chi è il 23enne che ha ucciso la ex fidanzata Sofia Castelli a Cologno Monzese

Il giovane italomarocchino ha subito confessato l’omicidio alla polizia locale. Fatali le coltellate alla gola della 20enne

I carabinieri sul luogo dell'omicidio a Cologno Monzese e Zakaria Atqaoui (Foto instagram)

I carabinieri sul luogo dell'omicidio a Cologno Monzese e Zakaria Atqaoui (Foto instagram)

Milano, 29 luglio 2023 – La foto su un motoscafo, in canottiera e a braccia larghe, con un promontorio sullo sfondo. Lo scatto dal barbiere con i capelli tagliati cortissimi sui lati, con il suo nome storpiato e il cap 20093 di Cologno Monzese, come sempre più spesso fanno i ragazzi per identificarsi in un gruppo radicato in un quartiere o in un Comune dell'hinterland. 

Istantanee dai profili sociali di Zakaria Atqaoui, il ventitreenne italomarocchino che stamattina ha fermato una pattuglia della polizia locale di Cologno per autoaccusarsi dell'omicidio della ex fidanzata Sofia Castelli, uccisa con alcune coltellate alla gola.

Sofia Castelli e Zakaria Atqaoui (Foto Instagram)
Sofia Castelli e Zakaria Atqaoui (Foto Instagram)

Alcune amiche della ventenne hanno detto che i due avevano avuto una relazione durata per qualche tempo e che in un secondo momento il loro rapporto si era trasformato in un continuo tiramolla.

Approfondisci:

Sofia Castelli uccisa dall’ex fidanzato a Cologno Monzese: chi era la giovane vittima

Sofia Castelli uccisa dall’ex fidanzato a Cologno Monzese: chi era la giovane vittima

Non si sa ancora se al The Beach di via Corelli ci fosse anche Atqaoui con la comitiva di Sofia o se sia spuntato in un altro momento della notte. L'ultima foto postata dalla ventenne su Instagram segna come orario le 5.58 e ritrae il palazzo al civico 29 di corso Roma, a una cinquantina di metri da casa sua: l'inquadratura della foto sembra far intuire che la ragazza stesse tornando a casa in quei minuti, visto che lo scatto ritrae in primo piano l'ultima rotonda prima dello stabile in cui abita la famiglia Castelli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro