SANDRO PUGLIESE
Cronaca

Milano insegue Brescia. Quattro turni per il verdetto

Coach Messina si gusta i tre successi consecutivi tra campionato e Coppa. Il rendimento casalingo è ormai una certezza dopo le difficoltà iniziali .

BASKET MASCHILE

Se sarà l’ultima settimana di Eurolega l’Olimpia lo scoprirà solo alla fine dei giorni feriali, ma sicuramente ci entra nel migliore dei modi con tre successi consecutivi tra campionato (le vittorie con Reggio Emilia e Trento) e quella netta in Europa con Bologna. In entrambe le gare di Serie A ci sono stati dei cali evidenti, nell’ultimo quarto con Reggio Emilia, nel primo con Trento, ma tenere una continuità per 40’ in questo momento è proprio complicato con il ritmo indemoniato da tenere in Eurolega. Intanto è arrivata la qualificazione ai playoff di Serie A, non che ci fossero dubbi ma ora lo dice anche la matematica.

Il rendimento casalingo dell’Olimpia ormai sta diventando sempre più una certezza dopo le difficoltà iniziali: in campionato ha vinto tutte le 6 gare nel girone di ritorno, in Europa ne ha vinte 7 su 8 in casa nel 2024. Coach Messina ha voluto celebrare la prova di Kyle Hines da 12 punti e 9 rimbalzi raccontandone anche un aneddoto: "La partita di Hines è stata monumentale, ha segnato 12 punti, ha catturato i rimbalzi, è stato il primo a correre in difesa per fermare il loro contropiede. C’era la madre in tribuna: mi fa piacere che abbia giocato così bene davanti a lei". Rimanendo sui singoli ha parlato dell’esordio di Valentine, anche se in realtà l’ala americana ha giocato solo 5’ a cavallo dei primi due periodi. "Sia al college che nella NBA ha dimostrato la capacità di giocare in tre ruoli, di avere capacità di tiro e passaggio oltre a notevole personalità. In questo match non si è visto nulla, se non che fosse spaesato. Avremmo avuto bisogno di una partita tranquilla per dargli minuti, ma ovviamente non era questa la serata giusta".

Nel prossimo weekend, sul campo di Treviso, potrebbe rivelarsi l’occasione giusta per testarlo con maggiore continuità. Intanto in classifica continua il duello corpo a corpo, al secondo posto, con la Virtus Bologna. Il paradosso che una classifica di questo tipo, se Brescia non dovesse avere passi falsi porterebbe le due squadre a sfidarsi in semifinale. Pur mancando solo 4 partite in realtà la strada è ancora lunghissima perchè la Germani deve giocare sia con l’Olimpia che, domenica prossima, con Venezia (ora quarta), mentre il rendimento della Segafredo, seppur con un calendario più agevole, potrebbe essere influenzato se i play-in di Eurolega dovessero andare bene con la successiva partecipazione ai playoff europei.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro