MONICA AUTUNNO
Cronaca

Incidente a Cassano, l’ingegnere tradito dal carrello dell’aereo

Il 62enne resta ricoverato in gravi condizioni. Al campovolo sotto sequestro sia l’ultraleggero che l’hangar

L’ingegnere tradito  dal carrello dell’aereo

L’ingegnere tradito dal carrello dell’aereo

Nessun aereo in pista la mattina dopo l’incidente al campo volo Baialupo di Groppello d’Adda, dove, nel pomeriggio di venerdì, un ultraleggero in fase di collaudo ha perduto il carrello, ha percorso “pancia a terra” un tratto di una cinquantina di metri fuori pista e si è arrestato di schianto. Il pilota a bordo, un ingegnere 62enne appassionato ed esperto di aviazione leggera, di casa all’aviosuperficie cassanese, è ricoverato all’ospedale Niguarda, ancora in gravi condizioni. Non sarebbe in pericolo di vita. Ma la gravità dei traumi che ha subito è monitorata dai sanitari. Al campo cassanese, punto di riferimento per decine e decine di appassionati dell’aria, sono sotto sequestro sia il velivolo incidentato che l’hangar deposito dove erano state svolte le attività tecniche e forse anche di costruzione dell’aereo.

La dinamica dell’incidente, verificatosi nel tardo pomeriggio, è stata chiarita dopo ore di sopralluoghi sul luogo del disastro, ma vi sono ancora accertamenti in atto da parte dei carabinieri. Il ferito, un professionista cassanese di 62 anni, sarebbe locatario dell’hangar, dove svolgeva riparazioni e manutenzioni su aeromobili, anche, come in questo caso, per conto terzi. L’altro pomeriggio stava provando l’aereo in pista ed era in fase di rullaggio quando il mezzo ha perduto il carrello, schiantandosi muso a terra, e arrestandosi solo dopo una carambola sul terreno. L’uomo è stato estratto dai vigili del fuoco di Dalmine e Treviglio, poco dopo sul posto. Svenuto al momento dell’impatto, era cosciente quando è stato caricato sull’elicottero.

L’ultimo incidente di rilievo consumatosi al campo volo cassanese, che esiste da almeno quarant’anni, risaliva al 30 giugno 2018, quando un ultraleggero biposto precipitò immediatamente dopo essersi levato in aria alla volta della Valtellina, schiantandosi in un vicino campo di mais. Pilota e passeggero a bordo, pure feriti, erano riusciti a uscire da soli dalla carcassa dell’abitacolo.