L’esercito di volontari in prima linea: ecco gli “angeli” del Castellazzo

Una grande famiglia che si prende cura della dimora, del giardino e del bosco e che accompagna i visitatori . Il 9 marzo a Bollate incontro e mattinata di formazione per chi vuole “arruolarsi” e dare una mano. .

L’esercito di volontari in prima linea. Ecco gli “angeli” del Castellazzo

L’esercito di volontari in prima linea. Ecco gli “angeli” del Castellazzo

C’è chi accompagna i visitatori nelle sale del Palazzo e nel giardino, tra affreschi e giochi d’acqua. Chi si occupa di dare informazioni al pubblico, in biglietteria o al bookshop. E poi ci sono le ”sentinelle del verde” che si prendono cura dei sentieri del Castellazzo. E infine ci sono i volontari del giardino e del bosco. Sono gli “angeli” del Castellazzo che, per tutto l’anno, danno una mano alla Fondazione Augusto Rancilio a prendersi cura di Villa Arconati e di tutto il Castellazzo. Un progetto di "partecipazione collettiva della popolazione al recupero, riconversione culturale e valorizzazione" della piccola Versailles alle porte di Milano, al quale la Fondazione crede moltissimo.

"La Villa è un luogo molto amato e sentito dalla comunità locale, è un patrimonio che in qualche modo è di tutti. Per questo motivo diamo possibilità a tutti coloro che desiderano sentirsi parte del progetto di partecipare, secondo la propria disponibilità e attitudine", spiegano dalla Fondazione. Una best practice in questi anni è cresciuta. Per esempio il gruppo di volontari impegnati nell’apertura domenicale della Villa oggi sono 140, di tutte le età, dagli studenti ai pensionati. Il progetto è partito nel 2015 e oggi tutte le domeniche da fine marzo a metà dicembre, danno un importante aiuto. Con loro ci sono le guide volontarie, dopo un’adeguata formazione da parte del personale della Fondazione, si occupano delle visite guidate. Sono invece trenta le "sentinelle del verde" che una volta alla settimana passeggiano in compagnia sui sentieri di Castellazzo prendendosi cura dei sentieri, rendendoli più fruibili, puliti e sicuri. Insieme al personale tecnico inviato dalla proprietà, qualche giorno fa le sentinelle del verde hanno fatto un intervento di pulizia straordinaria nella zona boschiva vicina alla pista ciclopedonale di via Diana, hanno pulito il sottobosco lungo il canale, tagliando piante morte e rovi, raccogliendo rifiuti di ogni genere. Inaugurato nel 2022 il progetto i "volontari del bosco" conta invece 12 persone: vanno sui terreni della proprietà del Castellazzo e con l’autorizzazione dell’Ente Parco delle Groane puliscono il sottobosco dagli alberi morti caduti a terra. Sabato 9 marzo dalle 9 alle 12 ci sarà una mattinata di formazione in Villa Arconati per chi desidera entrare a far parte della grande "famiglia" dei volontari Far.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro