MARIANNA VAZZANA
Cronaca

La dodicesima vittima della strada: muore a Milano un centauro di 50 anni

Lo schianto venerdì in via Padova: sembra che l’auto che ha urtato la modo non abbia rispettato la precedenza. Si allunga la scia di sangue del 2024

La Polizia locale sul luogo dell’incidente di venerdì 14 giugno in via Padova. Il motociclista è morto dopo due giorni al Niguarda

La Polizia locale sul luogo dell’incidente di venerdì 14 giugno in via Padova. Il motociclista è morto dopo due giorni al Niguarda

Non ce l’ha fatta il motociclista di 50 anni rimasto ferito in un incidente venerdì in via Padova. È morto ieri pomeriggio all’ospedale Niguarda dopo poco più di due giorni di agonia: troppo gravi le lesioni interne e le fratture agli arti superiori e al bacino. Si allunga la scia di sangue sulle strade milanesi: è la quinta vittima in una settimana. La dodicesima dall’inizio dell’anno. Lo schianto risale alle 9 di venerdì.

L’uomo stava percorrendo via Padova in direzione periferia quando, in corrispondenza del civico 324, vicino a una stazione di benzina, si è scontrato con un’auto guidata da una ragazza di 24 anni. In base alla prima ricostruzione, all’intersezione non semaforizzata l’auto si sarebbe immessa non rispettando la precedenza. La moto è così andata a urtare il fianco sinistro della vettura e il centauro è volato a terra.

Così si chiude una settimana nera: sabato 8 giugno in corso Sempione, un quarantenne in sella a una Vespa si è schiantato su due auto parcheggiate ed è spirato due giorni dopo. Nelle stesse ore è morto Adnan Qasim, un rider di 34 anni pakistano, travolto alle 23.30 di domenica 9 a Ponte Lambro. La sera dopo, il 39 enne Samuele Lunardi si è schiantato con lo scooter in via Novara ed è morto insieme alla sua passeggera: Sara Capani, di 31 anni.