LUCA TAVECCHIO
Cronaca

“Io Capitano” in tour in Senegal, la storica Ong milanese Acra e la carovana del cinema che attraversa l’Africa

Il film di Matteo Garrone candidato all’Oscar proiettato nelle scuole e nelle piazze dei villaggi grazie a una rete di associazioni

La proiezione di "Io Capitano" organizzata da Acra a Rufisque (Foto di Niccolo Barca e Andrea Fiumana). A destra, l'incontro con il regista Matteo Garrone

La proiezione di "Io Capitano" organizzata da Acra a Rufisque (Foto di Niccolo Barca e Andrea Fiumana). A destra, l'incontro con il regista Matteo Garrone

Milano – Il film di Matteo GarroneIo Capitano” è arrivato in Senegal dove, grazie a una cordata di Ong, tra le quali la milanese Acra, sta affrontando un tour in sei tappe, durante il quale viene trasmesso gratuitamente nelle scuole, nelle piazze dei villaggi e delle periferie delle grandi città. 

La proiezione organizzata da Acra a Rufisque
La proiezione organizzata da Acra a Rufisque

La carovana

Il giro è partito il 15 aprile da Dakar e arriverà il 27 aprile a Ziguinchor, al confine con la Guinea Bissau. Ogni tappa prevede la proiezione mattutina per le scuole e la proiezione serale per tutta la comunità: ad accompagnare la carovana c’è lo stesso regista Matteo Garrone, gli attori Seydou Sarr, Moustapha Fall e Amath Diallo e il mediatore culturale Mamadou Kouassi.

La rete

Il progetto è promosso da Cinemovel Foundation e lo stesso Matteo Garrone in rete con realtà locali e le Ong che lavorano in Senegal: Acra, Amref Health Africa, Fondazione Munus, Fondazione Reggio Children, Ipsia.

Il crowdfunding

Per sostenere l’iniziativa è stata anche attivata la campagna di crowdfunding “Vengo anch’io” sul sito produzionidalbasso.com, che serve per finanziare il materiale necessario alle proiezioni (furgone, generatore, impianto video e audio, tutti reperiti dalle imprese locali). 

Acra

Tra le organizzazioni che hanno partecipato alla carovana c’è la storica Ong milanese Acra, che lavora da più di 50 anni per la tutela dei diritti umani in Europa, Africa e America Latina. In Senegal Acra è presente dal 1984 e opera in 4 regioni su diverse aree di intervento: accesso all’acqua, energia, empowerment femmminile e giovanile, sicurezza alimentare, protezione delle risorse naturali, educazione e migrazione. Dal 2006, ha attivato il progetto “Un tetto, un rubinetto”, con l'obiettivo di portare acqua in ogni casa nei villaggi più remoti della Casamance, nel sud del Senegal. Ha realizzato poi i programmi “Giovani Sahel”, per rafforzare la partecipazione e l'impegno dei giovani in 6 Paesi del Sahel, e il programma “Migrazioni” che, dal 2016 al 2023, ha permesso di creare opportunità lavorative locali e realizzare campagne di sensibilizzazione sulla migrazione consapevole.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro