NICOLA PALMA
Cronaca

Incidente a Milano, 26enne investita da una moto mentre attraversa lontano dalle strisce pedonali: è gravissima

Via Fatebenefratelli, la giovane ha battuto violentemente la testa. Il conducente ha provato a frenare, ma non è riuscito a evitare l’impatto

I rilievi sul luogo dell'incidente

I rilievi sul luogo dell'incidente

Le strisce pedonali sono a una ventina di metri di distanza, ma la ragazza ha deciso di passare prima: chi vive in zona ipotizza che abbia visto l’autobus che arrivava nella direzione opposta e che abbia attraversato proprio in quel punto per arrivare sull’altro marciapiedi e prenderlo al volo alla fermata, ma si tratta soltanto di un’ipotesi al momento non confermata da testimoni oculari e che eventualmente potrà essere verificata solo analizzando i filmati delle telecamere di videosorveglianza. Fatto sta che la ventiseienne non si è accorta che proprio in quel momento stava arrivando da piazza Cavour una Ducati Hypermotard: un’imprudenza che rischia di costarle carissimo.

La ricostruzione

Il trentaduenne in sella alla moto se l’è trovata davanti all’improvviso e ha provato a inchiodare, ma non è riuscito a evitarla: la ragazza è stata sbalzata a più di cinque metri di distanza dal punto d’impatto e ha battuto violentemente la testa sull’asfalto. È questa la drammatica ricostruzione dell’ennesimo grave incidente avvenuto alle 19 di ieri, a due passi dall’incrocio tra piazza Cavour e via Fatebenefratelli: la ventiseienne, che dalle prime informazioni dovrebbe essere originaria di Roma, era incosciente all’arrivo dei soccorsi; rianimata, è stata trasportata in condizioni gravissime al Niguarda per il trauma cranico riportato nella caduta.

La dinamica

Gli agenti della polizia locale hanno chiuso per due ore il tratto di strada fino all’angolo con via Giardini per ricostruire la dinamica ed effettuare i rilievi: non paiono esserci dubbi sul fatto che la ragazza abbia attraversato lontano dalle strisce pedonali; così come gli evidenti segni sulla carreggiata danno l’idea della brusca frenata della Ducati. Il motociclista non ha riportato ferite preoccupanti: è stato accompagnato al Policlinico più per lo choc che per le contusioni a braccia e gambe. Accertamenti verranno compiuti pure sulla velocità a cui stava viaggiando la Hypermotard prima della rapidissima decelerazione.

L’ennesimo incidente

Lo schianto di via Fatebenefratelli non è che l’ultimo di una serie nera che ha funestato le strade cittadine in un 2023 tragico sul fronte degli incidenti mortali. Il 28 agosto, la ciclista ventottenne Francesca Quaglia, traduttrice nativa del Bolognese, è morta dopo essere stata investita da un camion in viale Caldara, a Porta Romana. Ventiquattro ore prima, era toccato al pensionato ottantanovenne Nicola Zezza, travolto da un taxi in via Pecorari, dietro Palazzo Reale: pure lui aveva attraversato lontano dalle strisce pedonali.