Il progetto Market Solidale. Bilancio dei primi 5 mesi: già aiutate 455 famiglie

L’iniziativa vede impegnati Comune e Fondazioni, altri 200 nuclei in lista d’attesa. Il sindaco Gianni Ferretti: "Ringrazio tutti coloro che si sono messi in gioco".

Il progetto Market Solidale. Bilancio dei primi 5 mesi: già aiutate 455 famiglie

Il progetto Market Solidale. Bilancio dei primi 5 mesi: già aiutate 455 famiglie

Market Solidale in soli cinque mesi di attività ha già aiutato concretamente 455 famiglie: 426 minori e 891 adulti. In questa stagione di guerre e crisi economica in molte parti del Mondo c’è bisogno di aiuto. Allo stesso modo c’è bisogno di aiuto "sotto casa": da qui la creazione, a ottobre scorso, del Market Solidale, realizzato dal Comune di Rozzano e da Fondazione Progetto Arca e sostenuto da Fondazione Cariplo, Fondazione Peppino Vismara e Fondo Beneficenza di Intesa Sanpaolo, con il supporto, tra gli altri, di Croce Rossa Italiana – Comitato Area Sud Milano. "Il market solidale è il frutto di un grande lavoro di squadra - spiega il sindaco di Rozzano, Gianni Ferretti - ringrazio quindi tutti i soggetti istituzionali e associativi che si sono messi in gioco per il bene della nostra comunità. Possiamo già tirare un primo bilancio che è positivo. Abbiamo 455 famiglie seguite grazie all’opera dei volontari e altre 200 famiglie sono in lista d’attesa. Il nostro supporto prevede un anno di aiuti con una proroga di altri sei mesi. Dopodiché le famiglie usciranno da questo progetto per dare spazio a coloro che sono in lista d’attesa. Le aziende ci hanno dato una mano, per questo stiamo facendo un lavoro per allargare la partecipazione. Siamo riusciti così a coinvolgere progetto Miogas e Luce che ci darà una mano per i prossimi due anni e ci garantirà di portare avanti questa esperienza che dà un forte sostegno a famiglie in difficoltà".

Una realtà molto particolare che conta 6mila alloggi popolari che fanno di Rozzano un unicum a livello italiano e i casi di famiglie da supportare sono molti. L’amministrazione comunale fa molto come garantire la refezione scolastica gratuita a tutti, altro caso unico in Italia ma non basta. "Come società del territorio, sentiamo forte la responsabilità di contribuire ad iniziative di carattere sociale nei comuni nei quali storicamente operiamo. Da oltre 60 anni siamo un riferimento occupazionale sul territorio e lo vogliamo essere anche da un punto di vista sociale - spiega Fabio Pepe consigliere di amministrazione di Miogas e Luce del Gruppo Canarbino. -. Siamo convinti che il nostro impegno possa fare, in qualche modo, da volano per l’ingresso di altre aziende del territorio in un progetto sociale di successo".

Massimiliano Saggese

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro