Ghali: il quartiere Baggio, il legame con la madre, i successi. La storia del rapper

Gli inizi, le hit, il ruolo della famiglia. Sullo sfondo una Milano non patinata ma autentica, che ha voluto ricordare anche sul palco di Sanremo. Dove le sue parole hanno lasciato il segno

Ghali sul palco di Sanremo insieme a Rich Ciolino, l'extraterrestre che l'ha accompagnato nell'avventura sanremese

Ghali sul palco di Sanremo insieme a Rich Ciolino, l'extraterrestre che l'ha accompagnato nell'avventura sanremese

Milano, 18 febbraio 2024 – Ghali è stato uno dei protagonisti del Festival di Sanremo 2024. Questa sera il rapper milanese sarà tra gli ospiti di “Che tempo che fa” condotto da Fabio Fazio sul Nove. Il cantante torna in tv a una settimana dal caso nato sulla scia del suo messaggio  sulla guerra in Medio-Oriente. "Quando penso che va tutto bene nella mia vita mi ricordo che nel mondo c'è qualche problema che non posso ignorare: non chiamatelo caso Ghali, per me era solo il caso di parlarne”, ha scritto nei giorni scorsi sui social tornando sulle polemiche sorte dopo il suo “Stop al genocidio” nella serata finale del Festival. Classe ‘93, nato e cresciuto a Milano, Ghali a Sanremo si è raccontato attraverso la musica. Sullo sfondo Milano e il suo quartiere, Baggio. L’infanzia non facile e l’amore smisurato per la madre. Le canzoni e quell’omaggio a Toto Cotugno, che ha fatto centro. Ecco i fili che si intrecciano nella storia del rapper milanese. 

Baggio: il quartiere 

“Sono cresciuto in periferia, ma è anche vero che Baggio mi ha cresciuto” ha raccontato Ghali,  nato e cresciuto nel quartiere della periferia a ovest della città. Baggio non è un quartiere patinato ma ha una sua anima profonda dove tradizioni, culture diverse si intrecciano tra loro. Il cantante non ha mai rinnegato le sue origini, anzi. Ma ha sempre sottolineato l’importanza di dare strumenti e opportunità ai giovani, per realizzare i propri sogni e le proprie aspirazioni“Fate fare ai ragazzi arte. Se volete levarli dalla strada, dovete dar loro la possibilità di esprimersi”. E proprio dal palco dell’Ariston ha voluto salutare il suo quartiere. 

L’amore per la mamma

Uno dei pilastri della vita di Ghali è sicuramente sua madre, inquadrata più volte dalle telecamere di Sanremo e durante l’ultima serata del Festival, quando ha alzato sopra la testa un cartello “Sei il mio vincitore, amore della mamma. Ti voglio bene”. Il figlio ha sempre elogiato la forza della madre, a cui ha dedicato “Ninna Nanna”. Tanti gli ostacoli che la donna ha dovuto affrontare, a partire dalla difficoltà nel crescere un figlio da sola, tra cui quella economica che hanno comportato più lavori e il tumore all’età di 38 anni.

Ghali in un post Instagram per prendere posizione sulla guerra mediorientale
Ghali in un post Instagram per prendere posizione sulla guerra mediorientale

I successi

In Ghali è sempre stata forte l’urgenza di raccontare uno spaccato sociale quotidiano e reale: “Non mi sono mai sentito escluso, piuttosto ero io ad escludermi da chi non volevo diventare. Avevo le idee chiare”. La sua musica ha cercato di andare incontro ai ragazzi come lui, figli di immigrati, con un patrimonio culturale diverso da quello italiano ma non per forza in contrasto.

Tramite la sua musica Ghali è entrato nelle playlist dei giovani italiani con parole e narrazioni a loro lontane ( come “Habibi”, che significa “amato” il nome dell’omonima canzone del 2017) e rendendo partecipi quelli che conoscono quel patrimonio e quel mondo. L’obiettivo è sempre stato quello di sensibilizzare, cercare di rendere attuale: “Da piccolino, quando incontravo difficoltà, cercavo qualcuno che mi rispecchiasse nella musica, e non riuscivo a trovarlo”.

Nel repertorio di Ghali trovano posto le tonalità arabe e quelle italiane, come lui stesso ha raccontato sui social dopo l’esibizione a Sanremo durante la serata delle cover. Per l’occasione si è esibito con un medley composto da “Bayna”, scritto interamente in arabo nel 2022 che ha ispirato il nome della rescue boat donata dal cantante a Mediterranea Saving Humans: l’imbarcazione ha messo in salvo 227 persone, tra cui un bambino di 2 mesi.

Il medley è proseguito con Toto Cutugno, la cui celebre canzone “L’italiano” fa parte degli ultimi ricordi che Ghali ha dei genitori insieme. In mezzo “Cara Italia” il brano che l’ha portato nelle case degli italiani in quello che è un inno delle nuove generazioni (e dove sottolinea che è “felice di fare musica per ragazzini”).

Le relazioni

La sua ex più famosa è Mariacarla Boscono. La loro storia d’amore, durata dal 2019 al 2021, ha fatto sognare i fan del cantante e di una tra le top model più famose al mondo. Con Ghali la modella romana ha vissuto una storia lontana dai riflettori, nonostante l’importanza di entrambi: lei è una delle modelle più richieste. “Barcellona” del 2020 è proprio dedicata a lei: “Salutami Gucci, ti stringo e poi sfuggi”. 

Ghali insieme all'ex fidanzata, la modella Mariacarla Boscono
Ghali insieme all'ex fidanzata, la modella Mariacarla Boscono

Dopo la rottura è passato qualche tempo prima che Ghali venisse paparazzato in compagnia di un’altra ragazza, anche questa volta del campo della moda: Camilla Venturini. Camilla è stata fotografata mano nella mano con Ghali per le vie di Milano nell’estate del 2022, e pare che la relazione prosegua: Ghali, al suo arrivo a Sanremo, si è presentato con una collana firmata proprio dalle sorelle Venturini.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro