Boliviano denunciato a Milano: barrica in casa con i figli, picchia la ex moglie

Una trattativa della polizia ha permesso di salvare i due figli di una coppia di boliviani, di 7 e 2 anni, dopo che l'uomo aveva picchiato la ex moglie e l'aveva cacciata di casa. L'uomo è stato denunciato per maltrattamenti aggravati.



Boliviano denunciato a Milano: barrica in casa con i figli, picchia la ex moglie

Boliviano denunciato a Milano: barrica in casa con i figli, picchia la ex moglie

Barricato in casa con i due figli di sette e due anni, dopo aver picchiato la ex moglie e dopo averla spinta con la forza fuori casa. Succede nel tardo pomeriggio di sabato in via Traversi, zona Quarto Oggiaro. Solo dopo una trattativa durata qualche ora gli agenti di polizia sono riusciti ad entrare in casa dell’uomo, un boliviano di 26 anni, con precedenti e a portare via i due bambini, quello di sette anni è figlio solo suo, riconsegnandoli alla madre, incolumi.

La serata inizia con un litigio fra i due, la donna era passata nella casa dell’ex marito, portando con sè i due bambini, e lo trova già ubriaco. La coppia di connazionali si era lasciata da pochi mesi e la donna stava finendo di portare via le ultime cose dalle casa dell’ex coniuge che aveva più volte denunciato per maltrattamenti. E per questa accusa era già stato condannato. Stessa situazione incandescente si ripete nella tarda serata di sabato. La donna arriva in casa e lui, sotto l’effetto dell’alcol, alza le mani davanti ai bambini.

Non solo, la spinge fuori dalla porta di casa, la donna, di 23 anni, anche lei boliviana non riesce a difendersi e soprattutto non riesce a portare via i bambini, così avverte la polizia.

Sul posto arrivano gli agenti che cercano di farsi aprire la porta dall’uomo, senza successo. Comincia una trattativa tra gli agenti e lui, il timore della donna è che possa succedere qualcosa ai figli.

L’uomo urla e minaccia, poi gli agenti delle Volanti riescono a farsi aprire la porta e, intanto, a mettere in salvo i due bambini.

Per lui scatta la denuncia per maltrattamenti aggravati con invio degli atti al pubblico ministero di turno.

Il bambino di sette anni viene affidato momentaneamente a uno zio paterno, il bambino di due viene riconsegnato alla mamma.