Anno nuovo, soliti problemi. L’autobus salta le fermate e i ragazzi restano a piedi

Gli studenti diretti da Zibido a Pavia hanno atteso il pullman per 40 minuti: rabbia dei pendolari, fioccano le proteste, ma il sito di Autoguidovie è off line.

Anno nuovo, soliti problemi. L’autobus salta le fermate e i ragazzi restano a piedi
Anno nuovo, soliti problemi. L’autobus salta le fermate e i ragazzi restano a piedi

Comincia nel peggiore dei modi l’anno per gli studenti pavesi di Zibido. Ieri mattina la corsa a loro dedicata ha saltato le fermate cittadine lasciando a freddo gli studenti. Un anno nuovo con problemi vecchi. Proprio il primo giorno di scuola dopo le vacanze natalizie. In questo modo gli studenti hanno dovuto attendere anche 40 minuti la corsa successiva per raggiungere Pavia. Sono molti infatti i giovani di Zibido che frequentano le scuole superiori di Pavia (raggiungibile in circa mezz’ora con l’autobus) e che da anni devono fare i conti con corse saltate, autobus troppo pieni oppure che saltano le fermate come accaduto ieri mattina. In molti hanno scritto al gestore del trasporto locale fra Zibido e Pavia, ma non sono riusciti ad accedere all’area reclami. La protesta è quindi esplosa sulle pagine Facebook. La coperta troppo corta nel trasporto pubblico locale è causa di continui problemi che nel Sud Milano si ripetono da anni e che interessano periodicamente anche i comuni di Noviglio, Casarile, Binasco, e altri sull’asse Milano Pavia.

Il tema non è di competenza diretta del Comune che comunque appena avuta la notizia dei disagi si è attivato. "L’ampliamento e il miglioramento del servizio di trasporto pubblico sul nostro territorio è sempre stato una priorità di questa Amministrazione che ha nel tempo integrato il numero di corse e migliorato la comunicazione con l’Agenzia trasporto pubblico locale e con le aziende - spiegano dal Comune -. In merito ai disservizi di oggi abbiamo ricevuto in tarda mattinata la segnalazione dai cittadini e come sempre l’abbiamo condivisa subito con Autoguidovie e Agenzia Tpl che provvederanno certamente a darci le dovute spiegazioni. In generale quando riceviamo le segnalazioni dai cittadini ci muoviamo rapidamente per interpellare chi eroga il servizio, soprattutto per evitare che il disguido si possa ripetere; per questo le segnalazioni tempestive sono preziose e in questo senso nascerà a breve il Comitato Trasporti, composto da cittadini volenterosi e attenti, che darà un aiuto prezioso all’amministrazione comunale e a tutti gli utenti del trasporto pubblico".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro