Al Museo Bagatti Valsecchi conversazioni d’arte sorseggiando un tè

Da un’idea del direttore, Antonio D’Amico, dal 28 febbraio cominciano i sei incontri pensati per i curiosi di temi storici-artistici in compagnia di tè e pasticcini

"Madonna con il bambino fine del XIV secolo" presente al museo Bagatti Valsecchi
"Madonna con il bambino fine del XIV secolo" presente al museo Bagatti Valsecchi

Milano, 30 gennaio 2024 – Sei incontri, da febbraio a giugno, dedicati a temi intriganti sulla storia dell’arte in compagnia di un tè: è questo il programma di Tea Talks, conversazioni d’arte a Casa Bagatti Valsecchi ideate dal direttore del museo Antonio D’Amico.

I visitatori sono attesi dalle 17.30 alle 19.30 per sorseggiare un tè e ascoltare dialoghi a due voci tra Susanna Gualazzini, storica dell’arte e curatrice della galleria Biffi Arte di Piacenza e Aurora Ghezzi, responsabile degli archivi, delle collezioni e della documentazione del Museo Bagatti Valsecchi.

"La natura e i suoi simboli”, il primo tema dei Tea talks

Dopo l'introduzione di Susanna Gualazzini, che propone curiosi temi storico-artistici, Aurora Ghezzi si propone di indagare gli stessi argomenti partendo dalle opere che ogni giorno si possono ammirare nelle sale del Museo Bagatti Valsecchi. Il ciclo di conferenze sarà inaugurato il 28 febbraio con “La natura e i suoi simboli: fiori, piante e frutti meravigliosi”. 

Nella pittura europea infatti il mondo della natura si è caricato spesso di significati simbolici affascinanti: i pittori, nel corso del tempo e delle correnti artistiche, hanno realizzato sulla tela connessioni e riferimenti difficilmente percepibili dal fruitore moderno. Quella che al lettore di oggi sembrerebbe essere una semplice natura morta può celare un significato complesso, dove ogni singolo frutto o fiore o animale custodisce una valenza trasversale.

Nel corso della chiacchierata si esplorano alcuni di questi contenuti, fra i più ricorrenti all’interno della tradizione figurativa europea e in alcune opere della collezione Bagatti Valsecchi.

Il programma

Dopo il primo incontro del 28 febbraio, chi è interessato potrà partecipare anche agli incontri successivi: il 27 marzo si continua con “Gli accessori preziosi”, il 24 aprile si parla de “Il ritratto: il volto racconta”. 

Il 15 maggio è la volta di un tema interessante, attuale e difficilmente comprensibile per un lettore moderno davanti a un dipinto antico: “Segno e gesto: abitare lo spazio” è l’incontro che si propone di analizzare il linguaggio non verbale delle opere d’arte, i gesti, le pose e i segni attraverso i quali i personaggi esprimono i messaggi dei quadri. 

Il 5 giugnoFalsi e falsari: una passione irresistibile” e il 26 giugno la conferenza conclusiva, dal titolo “Vivere da collezionisti” tratterà del collezionismo e delle raccolte dei più importanti di loro, tra i quali i fratelli Bagatti Valsecchi, 

Info, costi e orari

Tutti gli incontri avranno luogo al Museo Bagatti Valsecchi, in Via Gesù, 5 (tra via Monte Napoleone e via della Spiga a Milano), dalle 17.30 alle 19.30. Il primo incontro è programmato per mercoledì 28 febbraio e l’ultimo per mercoledì 5 giugno. 

Per info e prenotazioni: telefono (+39) 02 7600.6132 o scrivere a  info@museobagattivalsecchi.org o museobagattivalsecchi@pec.it.

Il biglietto si può acquistare dal sito online. https://museobagattivalsecchi.org/

Costo dei biglietti per un incontro:

  • Ingresso soci: 8 €
  • Ingresso intero: 10 €
  • Ingresso intero per sei incontri: 50 €
  • Ingresso ridotto soci per sei incontri: 45 €

Il costo include anche la consumazione di tè e pasticcini.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro