Vegetazione esagerata nel capoluogo. I cartelli stradali sono coperti

Tra le situazioni più difficili quelle in via Battaglia di Cassano e lungo la tangenziale

Vegetazione esagerata nel capoluogo. I cartelli stradali sono coperti

Vegetazione esagerata nel capoluogo. I cartelli stradali sono coperti

Problemi con il verde per i cartelli stradali del capoluogo. All’ingresso in città dalla tangenziale Sud, prima e dopo la grande rotonda di via Battaglia di Cassano, rami, foglie, arbusti rischiano di creare problemi ai guidatori dei veicoli in transito. Sono infatti cresciuti a tal punto da rendere difficile, o impedire proprio in alcune circostanze, di vedere i cartelli stradali. La segnaletica non viene coperta totalmente dal verde, ma la nasconde fino a quando il conducente si trova a pochi metri da essa, scoprendo quindi il cartello proprio all’ultimo.

Un esempio è il cartello di limite di velocità posizionato in via Battaglia da Cassano, che oltre ad essere storto è particolarmente coperto da rami e foglie, solo passandoci proprio sotto si riesce a vedere completamente le indicazioni riportate. Nella stessa via un altro cartello, quello che segnala l’inizio del territorio comunale, è molto coperto dal verde, impossibile da leggere da lontano. In direzione opposta, per immettersi in tangenziale, il doppio cartello che impone il limite di velocità di 50 chilometri all’ora e vieta il sorpasso, cartello che si trova all’inizio della corsia di accelerazione, è poco visibile, da lontano quasi totalmente coperto. Cartelli coperti a parte, la vegetazione è alta nella zona, come alla rotonda in ingresso alla città da sud (dove si trova la caserma dei pompieri), sempre sulla tangenziale e che fa immettere in viale Piacenza: qui il verde presente si sta alzando a tal punto da rendere molto difficoltoso vedere le altre auto nelle altre corsie, se per esempio qualcuno si sta immettendo mentre si sta passando non si riesce a vedere bene. Pare necessaria una rapida potatura. Altre situazioni difficili si segnalano ancora sulla tangenziale, prima dello svincolo per l’ospedale, dove alcuni cartelli sono già accarezzati dalle foglie, come un cartello doppio, con il segnale di obbligo di procedere dritto e di dare la precedenza che ha già un angolo coperto. Questi problemi sono stati segnalati anche da alcuni cittadini: "Non crediamo sia difficile come intervento potare adeguatamente la vegetazione in modo che i segnali stradali siano visibili" dicono.

Luca Pacchiarini