MARIO BORRA
Cronaca

Somaglia, diverbio sul lavoro finisce a botte: il ferito organizza un raid punitivo

Il primo ad avere la peggio un trentenne. Poche ore dopo chi lo aveva pestato è stato a sua volta aggredito da quattro uomini armati di bastone. Indagano i carabinieri

Migration

Somaglia (Lodi) – Gliel’ha probabilmente giurata e dal lettino del pronto soccorso, dove era finito dopo essere stato al centro di una scazzottata all’esterno dell’area del magazzino di logistica Lidl di Somaglia nei pressi del tratto di provinciale 141, ha pensato alla vendetta. Il grave episodio è avvenuto in due fasi, nella notte tra domenica e lunedì: dapprima, poco dopo mezzanotte, è andato in scena il primo scontro per motivi non meglio precisati (questioni di natura lavorativa, pare) tra due cittadini stranieri di nazionalità diversa, un facchino ed un camionista. Il diverbio non si è però limitato alle parole, ma è passato rapidamente ai fatti tanto che i due sono venuti alle mani. Lo scontro è degenerato a tal punto che uno dei due ha dovuto essere soccorso dai sanitari del 118 dopo che alcuni colleghi hanno diviso i contendenti e, appunto, chiamato il 112. Il ferito, un trentaseienne è stato trasferito in ambulanza in codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi per un trauma ricevuto al volto.

Tutto finito? Macché. La notte è ancora lunga e poco prima delle 4 del mattina, i soccorritori del 118 devono di nuovo intervenire per medicare un quarantanovennenne che si è trovato all’esterno del magazzino quattro tizi, alcuni dei quali avevano un mano un bastone. I due episodi sono collegabili secondo le forze dell’ordine intervenute in entrambi gli eventi per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti. Probabilmente il primo resosi protagonista dello scontro a mezzanotte si è trovato a sua volta a soccombere davanti a quattro persone che lo stavano attendendo a fine turno: come la pensano gli inquirenti, si è trattato di una sorta di spedizione punitiva. Ora però saranno i carabinieri a dover rimettere insieme il puzzle della vicenda e sentire le rispettive versioni dei fatti.

Queste tensioni tra i lavoratori soprattutto della logistica, purtroppo, non sono una novità: alcuni giorni fa, era scattata la violenza tra due addetti anche all’esterno dello stabilimento Inalca di Ospedaletto Lodigiano. Ma rissa e botte hanno caratterizzato purtroppo anche la serata a Lodi, in zona di viale Trento e Trieste, non distante dalla stazione ferroviaria: attorno alle 22.30 di domenica infatti, diverse pattuglie delle forze dell’ordine sono dovute intervenire dopo la chiamata al 112 che avvisava di una maxi rissa in corso in strada L’unica persona trovata nei paraggi era un ventiquattrenne che è stato soccorso e trasportato in codice verde all’ospedale di Lodi.