Quote rosa alle Poste Italiane dagli uffici fino alle consegne

La presenza femminile domina negli uffici postali di Pavia, con oltre il 70% degli operatori e il 65% delle filiali guidate da donne. Maria Antonella Gazzaniga, responsabile a Vigevano, rappresenta l'impegno di Poste Italiane nella valorizzazione del talento femminile. La sua leadership e sensibilità contribuiscono al successo del centro, che gestisce un elevato volume di spedizioni con un'attenzione particolare alla sostenibilità.

Quote rosa alle Poste Italiane dagli uffici fino alle consegne

Maria Antonella Gazzaniga è responsabile del Centro di distribuzione di Vigevano «La sensibilità femminile punto di forza sul lavoro»

È donna quasi il 70% degli operatori impiegati negli uffici postali della provincia, circa il 65% delle filiali è guidato da una donna e oltre il 36% formato da uno staff tutto al femminile, mentre nel recapito lo staff è per circa il 40% composto da quote rosa. La presenza femminile ha avuto un ruolo determinante nel conseguimento dei risultati legati a sostenibilità, inclusione e parità di genere.

E Maria Antonella Gazzaniga, 55 anni, responsabile del Centro di distribuzione di Vigevano, incarna la volontà di Poste Italiane di valorizzare talenti e leadership femminile. Diploma di liceo scientifico, Gazzaniga ha iniziato a lavorare alle Poste nel 1996. "Mi piaceva molto il contatto con le persone e ancora oggi, nei paesi dove ho lavorato, mi riconoscono e salutano – racconta – Ho avuto la fortuna di crescere e formarmi lavorativamente nel mio territorio e oggi uno degli aspetti più belli del mio lavoro è seguire i miei collaboratori nelle sfide quotidiane. Nonostante l’aumento di responsabilità e pressione, ho tante soddisfazioni anche perché ho una grande squadra che mi segue. Essere stata portalettere mi aiuta a capire i miei collaboratori, ad affiancarli per raggiungere gli obiettivi. Essere una donna, invece, non è mai stato un ostacolo, credo che l’emotività e la sensibilità femminile siano un punto di forza in un lavoro di responsabilità".

Il centro di Vigevano movimenta più di 200mila pacchi l’anno, 350mila pezzi tra raccomandate e posta a firma che si sommano alla posta ordinaria su Vigevano e 24 comuni dell’hinterland. L’attività viene svolta da circa 60 portalettere dotati di palmari di nuova generazione e di mezzi di trasporto per oltre la metà green o a bassa emissione.

M.M.