Patronale di San Bassiano vicina con una pioggia di benemerenze

LODI Festa patronale di San Bassiano in avvicinamento per la comunità di Lodi: il 19 gennaio prossimo, infatti, il capoluogo...

Patronale di San Bassiano vicina con una pioggia di benemerenze
Patronale di San Bassiano vicina con una pioggia di benemerenze

Festa patronale di San Bassiano in avvicinamento per la comunità di Lodi: il 19 gennaio prossimo, infatti, il capoluogo si “ferma” con diverse iniziative in programma per tutto il weekend. Il giorno clou della ricorrenza si terrà la solenne messa pontificale alle 10.30 presso la cattedrale presieduta dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato del Vaticano. Quindi si aprirà la visita alle reliquie del patrono e si ripeterà la tradizionale degustazione della trippa sotto i portici di Palazzo Broletto, la "buseca di san Basan". Infine, alle 17.30 presso il teatro alle Vigne si terrà la consegna delle benemerenze.

Quest’anno la medaglia d’oro sarà consegnata ad Alice Vergnaghi, ai titolari del ristorante La Coldana e a Massimo Iovacchini mentre gli attestati di merito andranno a Piera Rossi, Alberto Segalini, al Collegio Vescovile, alle Suore Figlie di San Paolo, alla rappresentanza di Lodi del II Raggruppamento Associazione Nazionale Alpini, ad Elvira Ardemagni, Alfonso Pezzano, Piergiuseppe Ferrari, Paola Asti e Lorenzo Musitelli.

Nella lista sono stati aggiunti anche i due carabinieri, il vicebrigadiere Pasquale Giordano e l’appuntato scelto Nicola Sorrenti. I militari dell’Arma dell’aliquota radiomobile, dunque, verranno premiati poichè il 10 maggio dello scorso anno hanno salvato la vita ad un settantaquattrenne che nella sua abitazione di via San Grato a Lodi era stato colpito da un infarto. Chiamati i soccorsi dalla moglie, in un primo momento era arrivato un vicino che gli aveva praticato il massaggio cardiaco, ma l’arrivo tempestivo dei due carabinieri è stato provvidenziale visto che, utilizzando il defibrillatore in dotazione, il cuore del pensionato era ripartito.

Mario Borra